Se sei gestore e/o proprietario di un negozio WooCommerce, probabilmente avrai un elenco di cose da fare. Sebbene possa sembrare insignificante accanto alle altre preoccupazioni, ti consigliamo di aggiungere all’elenco il monitoraggio e il mantenimento dell’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) del tuo ecommerce. Una strategia SEO vincente può portare il tuo negozio e il tuo sito in generale ad un livello superiore..

In questo articolo, vedremo perché la SEO è vitale per i negozi online (e non solo) e condivideremo la nostra guida praticamente completa per la SEO di un negozio WooCommerce.

Iniziamo!

Perché la SEO è importante per i negozi WooCommerce

In breve, la SEO è importante per qualsiasi sito che desideri posizionare all’interno dei motori di ricerca, è fondamentale per ottenere visibilità e indirizzare il traffico organico verso il tuo sito e per migliorare la comprensione come parte dell’esperienza utente complessiva (UX).

Per i siti di e-commerce , una maggiore visibilità e più traffico significano maggiori possibilità di coinvolgere i tuoi clienti e realizzare vendite. Dopotutto, nessuno acquisterà i tuoi prodotti se non riesce a trovare il tuo sito nei primi posti.

Fare SEO potrebbe anche ridurre le spese di marketing, darti un vantaggio sui tuoi concorrenti e migliorare la UX. La SEO è lo standard nel settore dell’e-commerce, quindi se la ignori, probabilmente non sarai all’altezza delle aspettative dei tuoi clienti.

Se non sei sicuro della qualità dell’attuale SEO del tuo sito, dovresti prendere in considerazione l’ esecuzione di un audit per scoprirlo. Questo ti fornirà una buona base da cui iniziare e potrai monitorare come il miglioramento della tua SEO influisce sul sito web nel tempo.

La guida completa per WooCommerce SEO (9 punti chiave)

Abbiamo raccolto nove punti chiave per massimizzare la SEO per i negozi WooCommerce. Questi punti presuppongono che tu abbia già installato un plugin come RankMath , SEOPress o Yoast SEO per analizzare i tuoi contenuti. Laddove applicabile, gli esempi nella nostra guida includeranno schermate del plugin più popolare nel campo: Yoast SEO.

1. Ottimizza i titoli dei prodotti e delle categorie

I titoli sono importanti per comunicare con clienti e motori di ricerca. Sono la prima cosa che i clienti vedono quando trovano i tuoi prodotti e uno dei fattori di Ranking più importanti per i motori di ricerca che cercano di determinare a quali pagine dare la priorità.

Per ottimizzare i tuoi titoli per la SEO, vai alla pagina del tuo prodotto o categoria all’interno di WordPress. Yoast SEO mostra un’area sotto l’editor con due sezioni:  Leggibilità  e  Analisi SEO .

Se espandi quest’ultima sezione, vedrai una serie di luci rosse, gialle e verdi che indicano le classifiche SEO per le diverse funzionalità. Cerca tra loro eventuali elementi correlati all’ottimizzazione del titolo, quindi apporta le modifiche suggerite.

Ad esempio, le nostre valutazioni SEO Yoast ci dicono che il titolo del nostro prodotto non contiene la nostra parola chiave “scarpe rosse woocommerce”:

La metrica del titolo in Yoast

Dopo aver apportato le dovute modifiche al titolo del nostro prodotto, possiamo vedere che la valutazione in Yoast passa da una luce rossa a una verde, facendoci sapere che il nostro titolo è ora ottimizzato al meglio.

2. Utilizza le descrizioni meta

Le meta descrizioni sono i brevi paragrafi che compaiono sotto il titolo nelle posizioni dei motori di ricerca. La descrizione offre agli utenti una breve anteprima del contenuto della pagina prima di fare clic sul titolo.

Man mano che i motori di ricerca si sono evoluti, le meta descrizioni sono diventate meno importanti ma sono estremamente utili ai tuoi clienti per determinare se una pagina contiene davvero ciò che stanno cercando.

In Yoast SEO, sotto l’editor, troverai una sezione Anteprima dello Snippet . Se selezioni il  pulsante Modifica snippet  , sarai in grado di aggiungere una meta descrizione per il tuo prodotto:

Il pulsante Modifica snippet in Yoast

La barra sotto l’editor dello snippet diventerà verde quando lo snippet raggiunge la lunghezza appropriata:

Una meta descrizione completa e ottimizzata

Inoltre, risponde in modo appropriato quando ci si avvicina o supera il limite di caratteri, sebbene utilizzi un conteggio fisso di 160 caratteri.

3. Ottimizza gli slug di prodotto

Gli slug di prodotto sono semplicemente i singoli URL di ciascuno dei tuoi prodotti. Sono fondamentali per aiutare i motori di ricerca e i potenziali clienti a determinare cosa sono i tuoi prodotti e, se ottimizzati, possono aiutarti a migliorare i tuoi posizionamenti.

Gli URL sono molto utili quando contengono parole chiave relative al prodotto. Le parole chiave sono i termini per i quali desideri che i tuoi prodotti vengano posizionati nei i motori di ricerca, o anche meglio il termine che prevedi i clienti inseriranno nel motore di ricerca per trovare il tuo prodotto.

Metrica di valutazione delle parole chiave di Yoast

Yoast SEO fornisce valutazioni per gli slug dei singoli prodotti sotto l’editor. Nel nostro esempio, la parola chiave non appare nello slug e questo viene contrassegnato da Yoast come un potenziale problema:

Una lumaca non ottimizzata all'interno di Yoast

Per modificare lo slug, scorri semplicemente verso l’alto nella parte superiore dell’editor, dove troverai un permalink modificabile:

La modifica degli slug prodotto WooCommerce in WordPress

Fai clic su  Modifica, apporta le modifiche necessarie, quindi fai clic su OK. Il punteggio per il tuo slug all’interno di Yoast SEO dovrebbe essere migliorato e mutato a semaforo verde.

4. Abilita i Breadcrumb per una facile navigazione

Il Breadcrumb è uno strumento di navigazione che consente ai clienti di spostarsi più facilmente nel tuo negozio. Probabilmente li hai già visti, di solito appaiono nella parte superiore di una pagina, mostrandoti su quale pagina sei attualmente e il percorso di collegamenti alle pagine che hai usato per navigare sino alla pagina corrente.

E’ possibile utilizzare i breadcrumb per riportare i clienti alle categorie principali da una sottocategoria correlata. Se vendi abbigliamento sul tuo sito di e-commerce, un breadcrumb potrebbe essere  Uomo> Top> Magliette , o altri possibili percorsi come  Uomo> Top> Maglioni e  Uomo> Pantaloni> Jeans .

Il tema potrebbe già essere predisposto per l’inserimento di Breadcrumb nelle pagine dei prodotti. In caso contrario, dovrai modificare il tema prima di attivare i breadcrumb in Yoast.

Abilitare i Breadcrumb in Yoast

Per attivarli, scorri verso il basso fino al menu SEO nella barra laterale del dashboard di WordPress e seleziona Aspetto nella ricerca . Nelle impostazioni dell’aspetto della ricerca, seleziona la  scheda BreadCrumb , quindi attiva l’interruttore per abilitarli.

5. Usa categorie e tag

Abbiamo già detto che idealmente avrai pagine in cui i clienti possono vedere tutti gli articoli in una determinata categoria. Questa è una strategia per impedire ai singoli prodotti di competere tra loro quando i clienti cercano un termine generale che si applica a più prodotti.

Se un cliente vuole vedere tutta la tua collezione di magliette, cercherà semplicemente “maglietta”. Puoi mostrare al visitatore una singola pagina che elenca tutte le tue magliette.

Una pagina di categoria in WooCommerce

I tag funzionano in modo simile e possono fungere da riferimento incrociato per i clienti quando cercano i tuoi prodotti. Facendo clic su un tag, i clienti possono quindi vedere prodotti simili con lo stesso tag. Puoi accedere sia alle categorie dei prodotti che ai tag in WordPress tramite il  pannello Prodotti .

La pagina delle categorie di prodotti del back-end

Selezionando le opzioni Categorie o Tag  e compilando le informazioni richieste sarai in grado di aggiungere una nuova voce e modificare le categorie e i tag esistenti dalla pagina pertinente.

6. Aggiungi testo “Alt” alle immagini

Il testo alternativo (o “alt tag”) viene visualizzato sul tuo sito quando le immagini non sono visibili. Se per qualche motivo non è possibile caricare un’immagine, il browser visualizzerà una descrizione al passaggio del mouse contenente il testo alternativo o lo visualizzerà in un segnaposto per l’immagine.

Il testo alternativo è incredibilmente utile per coloro che usano gli screen reader, poiché leggeranno la descrizione dell’immagine. In questo modo, l’utilizzo del testo alternativo rende il tuo negozio più accessibile.

Il testo alternativo aiuta inolre i motori di ricerca a indicizzare correttamente le immagini. Includere una parola chiave nel testo alternativo può anche aiutare a posizionare meglio l’immagine, migliorando così la SEO generale della pagina in correlata.

Nello screenshot seguente puoi vedere che Yoast ha rilevato la mancanza della parola chiave nel testo alternativo per la nostra immagine prodotto ::

Un avvertimento che non esiste alcun tag alt in Yoast

Puoi aggiungere un testo alternativo a qualsiasi immagine quando la carichi per la prima volta o tramite la tua Libreria multimediale. Se ad esempio selezioni un’immagine nel Catalogo multimediale, vedrai i campi pertinenti dove aggiungere il testo alternativo :

Impostazione del tag alt in wordpress

Una volta fatto, la tua valutazione Yoast migliorerà e dovresti vedere un semaforo verde (o almeno un miglioramento) per i tuoi attributi Alt immagine .

7. Monitora i tuoi numeri di Google Analytics

Google Analytics include tutta una serie di dati sugli utenti del tuo sito per aiutarti a migliorare la SEO. Puoi sapere quanti visitatori riceve il tuo sito, quali delle tue pagine sono più visitate e come i tuoi visitatori vengono reindirizzati sul tuo sito, il tutto tramite monitoraggio di Google Analytics .

Mentre l’installazione di Google Analytics non migliora la tua SEO di per sé, sfruttare le informazioni sul tuo sito può farlo . Sarai in grado di tracciare le tue keyword e pianificare quelle future, visualizzare le tue statistiche SEO generali, controllare la velocità del tuo sito e molto altro ancora.

Per fare questo puoi installare un plugin come Google Analytics Dashboard per WordPress :

Il plugin MonsterInsights

che aggiunge una comoda dashboard di Google Analytics per monitorare tutte le statistiche del tuo sito, accessibile direttamente dal back-end di WordPress.

8. Ottimizza la velocità e le prestazioni del tuo sito

Come forse saprai, i tempi di caricamento delle tue pagine impattano sulla SEO, a volte abbastanza pesantemente. Google tiene conto della velocità delle pagine nel suo algoritmo quindi, un sito lento, avrà più difficoltà a posizionarsi in maniera ottimale.

Di conseguenza, più tempo impiega una pagina a caricarsi, più è probabile che i visitatori la abbandonino . Ciò significa che un sito lento ha un impatto diretto e negativo sulle vendite. Pertanto, dovresti testare la velocità del tuo sito su base regolare. Per farlo puoi utilizzare strumenti come Google Page Speed ​​Insights , Pingdom e GTMetrix.

Una pagina di risultati da Google Page Speed ​​Insights

Esistono diversi modi per migliorare il tempo di caricamento del tuo sito come la compressione dei file di immagine , la memorizzazione nella cache e l’ utilizzo di una rete di distribuzione di contenuti (CDN) . La compressione delle immagini è utile perché questi file sono spesso di grandi dimensioni. Plugin dedicati come ShortPixel comprimeranno automaticamente le tue immagini per creare file più piccoli che non rallentano il tuo sito, ma mantengono la qualità dell’immagine.

La memorizzazione nella cache è un processo in cui vengono salvate copie di pagine HTML statiche in modo che possano essere visualizzate rapidamente senza dover ricaricare l’intera pagina. È estremamente vantaggioso e, in quanto tale, sono disponibili diversi plugin di cache , tra cui WP Super Cache  (sviluppato da Automattic).

Infine, le CDN sono semplicemente server collocati in posizioni geografiche strategiche che memorizzano nella cache i dati dei siti web in modo che possano essere pubblicati più rapidamente.

9. Massimizza la sicurezza del tuo sito

Il 73,9 percento degli hack è legato incredibilmente allo spam SEO. Ciò si verifica quando gli hacker penetrano nel tuo sito e piazzano link o intere pagine web che rimandano a siti spesso dannosi. Ciò può impedire a Google di indicizzare correttamente il tuo sito o di non vederlo affatto.

Mantenere la sicurezza del tuo sito può aiutare a prevenire tutto questo. Abbiamo già discusso di alcune best practice sulla sicurezza di WordPress, ma se scorri il blog blog ne troverai molte altre.

La priorità è mantenere aggiornati il CMS, il tuo tema e tutti i plugin che hai installato (incluso WooCommerce) poichè gli aggiornamenti risolvono spesso le lacune nella sicurezza e altri bug.

Ti consigliamo di eseguire scansioni di sicurezza regolari per cercare prove di attacchi al tuo sito. Un plugin di sicurezza come Sucuri sarà uno strumento immensamente utile per questo, così come l’installazione di un plugin dedicato come Wordfence .

Il plugin WordFence

Tuttavia, questo proteggerà solo il tuo sito, non il tuo server. Per proteggere quest’ultimo, è possibile utilizzare un Web Application Firewall (WAF). che bloccherà il traffico dannoso prevenendo danni costosi e proteggendo il tuo Ecommerce.

Conclusione

Migliorare la SEO del tuo sito WooCommerce potrebbe sembrare difficile ma, una volta capito come fare, un buona ottimizzazione SEO è uno dei modi più semplici per attirare l’attenzione dei clienti e aumentare le vendite.

In questo articolo, abbiamo trattato nove strategie SEO chiave che puoi utilizzare per il tuo sito WooCommerce. Affrontano la SEO da una varietà di punti di vista, come l’ottimizzazione dei contenuti, il miglioramento dell’organizzazione e della navigazione del sito per una migliore scansione e il mantenimento di un’elevata velocità del sito e una solida sicurezza.