Indipendentemente dalla nicchia che stai prendendo di mira con i tuoi contenuti, la concorrenza è sempre agguerrita. Se desideri più traffico organico, il tuo sito web non deve solo essere perfetto, ma deve essere migliore della concorrenza. Ecco perché sapere come eseguire un’analisi del sito della concorrenza può ripagare alla grande.

Analizzare i tuoi competitor significa semplicemente dare un’occhiata a quello che stanno facendo in modo da poter capire come e dove superarli. Se ad esempio hanno come target le tue stesse parole chiave (e puoi identificarle), hai un modo per migliorare i tuoi contenuti e il loro posizionamento.

In questo articolo, parleremo di come è possibile eseguire un’analisi completa del sito della concorrenza in cinque passaggi.

Abbiamo molta strada da percorrere, quindi mettiamoci subito al lavoro!

Perché è importante monitorare i siti web della concorrenza

In breve, il monitoraggio dei competitor online può produrre una grande quantità di informazioni e , ancora più importante, ti darà un’idea di quali sono le loro strategie di ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) . Potrai ad esempio scoprire su quali keyword sono concentrati, i termini su cui ti stanno superando e da dove proviene il loro traffico.

Nel complesso, il tuo obiettivo è quello di assorbire quanti più dati possibili. È possibile decifrare ciò che rende tali siti di successo, assorbire tali strategie nella propria e, si spera, apportare miglioramenti.

Come eseguire un’analisi del sito della concorrenza (in 5 passaggi)

Per questo tutorial, ci concentreremo su strumenti di analisi SEO gratuiti per aiutarti a eseguire un’analisi del sito della concorrenza. Se decidi di iscriverti a strumenti premium, avrai accesso a più dati, ma il processo rimane più o meno lo stesso.

Step # 1: identifica i tuoi principali competitor

Probabilmente hai già un’idea degli altri grandi player all’interno della tua nicchia . Tuttavia, la lista che hai in testa potrebbe non corrispondere ai dati che scoprirai.

Il modo migliore per sapere chi sono i tuoi principali competitor è scoprire quali siti web condividono con te la maggior parte dei “segmenti di pubblico”. Per dirla in un altro modo, accertati degli altri siti visitati dal tuo pubblico, poiché avranno come target anche molte delle tue stesse keywords.

Per fare questo, puoi usare Alexa (non l’ assistente vocale ! Anche se Amazon possiede entrambi). È un servizio di analisi del traffico web che traccia oltre 30 milioni di siti web e se il tuo sito ha una discreta quantità di traffico, è probabile che Alexa lo segua.

Per eseguire una ricerca Alexa, vai qui e inserisci l’URL del tuo sito.

Per questo esempio, useremo wordpress.org :

Esecuzione di un'analisi Alexa

I rapporti di Alexa spesso restituiscono una grande quantità di informazioni comprese le opportunità di keywords, le tue query principali e i siti web che condividono un pubblico che si sovrappone al tuo:

Un rapporto del sito Alexa

Se scorri ulteriormente verso il basso, vedrai anche le singole classifiche Alexa per ciascuno dei competitor:

analisi della concorrenza in Alexa

Con la versione gratuita di Alexa, l’elenco dei siti web è limitato a cinque. ma anche così, ci sono abbastanza informazioni per continuare. Annota i nomi visualizzati per il tuo sito web e vai al passaggio successivo.

Passaggio 2: dai un’occhiata ai contenuti principali del tuo competitor

Sapere quali contenuti indirizzano la maggior parte del traffico verso i tuoi competitor è un modo eccellente per ottenere informazioni sulla loro strategia. Puoi scoprire su quali tipi di post si concentrano, quanto approfonditi sono i loro contenuti, quali keyword hanno preso di mira e altro ancora.

Nel mondo reale, dovrai utilizzare lo spionaggio aziendale per scoprire queste informazioni. Online, tutto quello che devi fare è registrarti per un account gratuito utilizzando un servizio come SEMRush :

La homepage di SEMRush

Proprio come Alexa, SEMRush offre servizi di analisi del traffico web ma primeggia quando si tratta di keywords ecco perchèi è l’ideale per questo passaggio.

SEMRush è uno strumento costoso , ma il suo piano gratuito consente di eseguire fino a dieci analisi al giorno, il che è sufficiente per eseguire un’analisi del sito della concorrenza.

Per iniziare dovrai inserire l’URL di uno dei tuoi concorrenti che hai trovato utilizzando Alexa.

Inseriamo ad esempio yoast.com , che è uno dei principali competitor di wordpress.org del primo passaggio.

Analizzare yoast.com usando SEMRush

C’è una grande quantità di dati da estrarre qui. Per ora, concentrati sulle sezioni KEYWORD ORGANICHE e PRINCIPALI KEYWORD ORGANICHE . La prima vove mostra una ripartizione della provenienza del pubblico del tuo competitor, mentre il secondo include parole chiave specifiche. Se guardi la colonna Volume , vedrai quanto traffico sta portando ogni parola chiave.

Se esegui una ricerca su Google per una di quelle keyword del sito web del tuo competitor, otterrai un elenco dei contenuti principali.

Per limitare la ricerca al solo sito web del competitor, è possibile utilizzare l’operatore site:competitor.com search query .

Una ricerca su Google per i post di Yoast sulle parole di transizione

Ti consigliamo di ripetere questo processo per tutti i tuoi principali concorrenti e le loro keyword con il rendimento più elevato. Questo ti darà una chiara panoramica di quali contenuti stanno trainando il traffico.

Passaggio n. 3: cerca le parole chiave che hai in comune

Come aggiunta al passaggio numero due, è bene cercare anche parole chiave che hai in comune con i competitor. Questo ti darà un’idea di quali contenuti hai già che, se migliorati, potrebbero portare più traffico.

Puoi usare ancora SEMRush per trovare quei dati. Accedi al tuo account e vai alla scheda Dominio vs. Dominio nel menu a sinistra. Qui puoi inserire più domini in modo che SEMRush possa confrontarli testa a testa:

Confronto tra più domini utilizzando SEMRush

Ciò restituirà un elenco delle principali parole chiave condivise da entrambi i domini. Per ogni parola chiave, ottieni una panoramica delle ricerche al mese e del posizionamento per ciascun sito web:

analisi del sito della concorrenza per le keywords condivise in SEMrush

Il tuo obiettivo è quello di identificare le parole chiave dove sei posizionato peggio rispetto ai tuoi competitor. L’idea generale è quella di migliorare i contenuti che scopri per superare i tuoi concorrenti .

Se si guarda l’esempio sopra, entrambi i siti web si posizionano allo stesso modo vicini per il termine di ricerca “console di ricerca”. Questo lo renderebbe un candidato privilegiato per sviluppare contenuti migliori e migliorare il posizionamento.

Passaggio n. 4: identifica il Keyword Gap

Una volta che hai un elenco delle principali keyword dei tuoi competitor, una cosa diventa evidente : probabilmente si stanno concentrando su termini che tu non utilizzi. I punti mancanti nella strategia dei contenuti costituiscono il “keyword gap”. Il tuo obiettivo è colmare il divario con contenuti che possono essere posizionati in modo da ottenere una fetta del traffico organico in arrivo.

Tuttavia, poiché stiamo parlando delle principali keyword del tuo competitor, sono probabilmente query di ricerca ad alta difficoltà. Diamo un’altra occhiata all’analisi del dominio dal passaggio numero due:

Basta uno sguardo per accorgersi che sono keyword piuttosto competitive. Detto questo, immagina di avere una lacuna nella tua strategia di parole chiave che include uno di questi termini. Tentare di battere un competitor in prima posizione per una parola chiave in alto sarà difficile. Una mossa più intelligente potrebbe essere quella di cercare alternative di keyword “long-tail” .

Google Keyword Planner è ottimo per questo. Ecco alcune delle alternative che suggerisce quando cerchiamo le “transition words”:

Alternative di parole chiave a coda lunga per "transition words"

Con questi dati in mano, puoi scegliere come target parole chiave che, sebbene non siano così popolari come l’originale, potrebbero essere più facili da posizionare.

Passaggio n. 5: analizza il profilo di backlink della concorrenza

Finora abbiamo parlato molto delle parole chiave, ma non sono l’unico fattore importante quando si tratta di SEO. Come forse saprai, i backlink sono un altro valore che i motori di ricerca apprezzano molto. Sapere quali siti web linkano ai tuoi competitor può darti un elenco di pubblicazioni da indirizzare per ulteriori backlink .

Per questo passaggio, è possibile utilizzare lo strumento Backlink di Ubersuggest. Inserisci gli URL dei tuoi competitor e il tool ti fornirà un elenco dei loro backlink:

Utilizzo dello strumento Backlink di Ubersuggest

I backlink che otterrai sono ordinati in base al punteggio del dominio della loro fonte. I punteggi di dominio più elevati si traducono in backlink più affidabili:

analisi del sito della concorrenza di backlink con ubersuggest

Puoi filtrare i backlink per attributi dofollow o nofollow ed esportare un elenco completo in un file CSV in modo da poterli analizzare a tuo piacimento. Una volta che hai l’elenco, puoi iniziare l’arduo compito di identificare potenziali opportunità di backlink e condurre attività di sensibilizzazione.

Completa oggi la tua prima analisi del sito della concorrenza

Per avere successo in qualsiasi settore, devi fornire una migliore qualità di prodotto, servizio o contenuto rispetto ai tuoi concorrenti e l’unico modo per assicurarsi ciò è sapere cosa stanno facendo. Questo significa dare uno sguardo da vicino alle loro azioni e studiare una strategia per batterli.

Effettuare un’analisi del sito della concorrenza ti fornirà informazioni su come batterli quando si tratta di SEO. Questo implica:

  1. Identifica chi sono i tuoi migliori competitor.
  2. Dai un’occhiata al loro contenuto principale.
  3. Ricerca le keyword che hai in comune.
  4. Identifica le lacune di keyword che puoi scegliere come target.
  5. Analizza il loro profilo di backlink.

Naturalmente, capire dove sono le lacune e le opportunità non è sufficiente. È inoltre necessario impostare il tuo sito in modo da posizionarsi per tali query. A tal fine, ti consigliamo di approfondire la SEO per WordPress SEO e la SEO on-page in modo da essere sicuro che il tuo sito sia pronto per il posizionamento.

Buon lavoro!