Come utilizzare tag e categorie WordPress

Pubblicato in data 27 Agosto 2019 Categoria Consigli WordPress, Seo

Come utilizzare tag e categorie WordPress

Quando crei articoli sul tuo sito WordPress, vedrai l’opzione per categorizzarli e taggarli. Se te lo dimentichi, WordPress ti chiederà: “Devi selezionare una categoria prima di pubblicare un post” o lo inserirà direttamente nella categoria predefinita. Come categorizzare quindi correttamente il tuo post? In che modo WordPress differenzia le categorie dai tag ? La differenza potrebbe sembrare minima e superflua, ma l’impatto sull’aspetto e sul posizionamento dei motori di ricerca potrebbe essere enorme. Di seguito identificheremo la differenza tra tag e categorie WordPress e spiegheremo il ruolo di ciascuna tassonomia WordPress per la SEO del tuo sito.

 

Tag e Categorie WordPress : qual è la differenza?

Categorie e tags WordPress danno struttura al tuo sito web. Associano argomenti e parole chiave a contenuti specifici. Questo non solo aiuta gli utenti a navigare più facilmente, ma indica anche ai motori di ricerca come dovrebbe trattare il contenuto del tuo sito nelle ricerche. In generale, le categorie sono strutturali e i tag sono descrittivi. Le categorie tendono ad essere ampie e onnicomprensive, mentre i tag tendono ad essere parole chiave e frasi descrittive.

Categorie WordPress

Le categorie dovrebbero essere alcuni argomenti (10 o meno) selezionati in cui potrebbero essere ordinati tutti i contenuti del tuo sito . Inoltre le categorie definiscono i macro-argomenti e si collocano su uno stesso piano: immaginando il menù del tuo blog, possiamo parlare di tassonomie orizzontali. Ad esempio, se avessi un sito web sugli animali domestici, potresti utilizzare le seguenti categorie:

  • – Gatti
    – Cani
    – Pesci

Quindi, quando pubblichi un post, puoi scegliere il tipo di animale domestico di cui tratta il post. Ogni post dovrebbe appartenere a una o due categorie, mai di più. La scelta di una categoria è obbligatoria per tutti i post, quindi assicurati di scegliere le categorie in cui ogni post può essere ordinato. Puoi persino creare una relazione gerarchica, genitore-figlio con le categorie (non per i tag) : potresti avere “Gatti a pelo corto” come sottocategoria di “Gatti”.

È buona norma capitalizzare le tue categorie a causa dei dati strutturali che forniscono ai motori di ricerca. Un esempio di capitalizzazione di categoria è il sito web ZooPlus mostrato di seguito:

categoria

Poiché la categoria “Gatto” è in maiuscolo, corrisponde al titolo del sito web o della pagina che lo segue. Se dovessi creare le tue categorie in minuscolo, i tuoi post apparirebbero un po’ strani nei risultati dei motori di ricerca elencando una categoria in minuscolo davanti al titolo di un post.

 

Come creare categorie su WordPress

La creazione di categorie sul tuo sito WordPress è semplice. Basta fare clic sul collegamento blu “+ Aggiungi nuova categoria” sul lato destro della schermata dell’editor dei post di WordPress, inserire un nome di categoria e fare clic sul pulsante “Aggiungi nuova categoria” per confermare.

aggiungere categoria wordpress

Puoi anche creare e gestire le categorie esistenti dalla sezione Post> Categorie nella tua dashboard di amministrazione di WordPress. In questa sezione è possibile gestire le descrizioni di ciascun post e lo slug dell’URL in cui risiederanno i contenuti della categoria.

Dovresti creare una nuova categoria in particolare quando stai creando un post non conforme a nessuna delle categorie esistenti sul tuo sito web e prevedi di creare altri post futuri che rientrano nello stesso ombrello.

Suggerimento rapido: quando crei nuovi post, ti consigliamo di aggiungere alcune impostazioni SEO utilizzando il plugin Yoast SEO . La scelta dell’opzione “noindex sottopagine di archivi” in questo plugin aiuterà a prevenire duplicati e penalità SEO per i contenuti scegliendo di non indicizzare pagine aggiuntive (ad es. / Mypage / 2 /).

 

Come eliminare le categorie

L’eliminazione delle categorie su WordPress può essere eseguita anche dalla sezione Post> Categorie. Passa il mouse sopra la categoria che desideri eliminare nell’elenco a destra per visualizzare questa opzione.

eliminare categoria wordpress

Prima di eliminare una categoria però, considera innanzitutto cosa accadrà: tutti i post che utilizzano questa categoria verranno passati alla categoria predefinita (impostata nella pagina Impostazioni> Scrittura del pannello di amministrazione di WordPress). Prima di eliminare una categoria, assicurati che la categoria predefinita sia aggiornata alla categoria in cui desideri spostare questi post.

Tag WordPress

Laddove le categorie sono argomenti generali, i tags WordPress ti consentono di ottenere informazioni più dettagliate e descrittive sul contenuto del tuo post. I tag non sono obbligatori per ogni post come sono le categorie, ma puoi assegnare tutti i tag che sono rilevanti per un post. A differenza delle categorie I tag organizzano i tuoi articoli sotto un’etichetta comune a prescindere dalla categoria di appartenenza, parliamo quindi di tassonomie trasversali o verticali. Diventa creativo: usa frasi, termini descrittivi e chiama funzionalità specifiche. Nel mio esempio di sito web di animali domestici, potrei assegnare un post sulle caratteristiche alla categoria gatti, cani o pesci, con questi tag:

  • – gatti a pelo lungo
    – cani a pelo lungo
    – pesce d’acqua dolce
    – pesci d’acqua salata

Tutti questi tag aiutano gli utenti del tuo sito web a capire meglio di cosa tratta il tuo post, in modo da fornire una struttura contestuale aggiuntiva . Come best practice, i tag devono essere minuscoli in quanto sono in genere descrittori e ovviamente non dovrebbero essere copie delle tue categorie – dovrebbero essere più specifici e granulari rispetto agli argomenti di categoria ampia.

In generale, le categorie dovrebbero essere indicizzate dai motori di ricerca, mentre i tag no. Puoi disattivare l’indicizzazione per le pagine tag utilizzando anche il plugin Yoast SEO . Nelle impostazioni del plugin, vai alla sezione Titoli e metodi> Tassonomie. Seleziona “noindex, nofollow” per i tag:

noindex tag wordpress

Aggiungere un tag su WordPress è semplice, basta digitare un tag che non hai mai usato prima nella sezione “Tag” del tuo editor di Post. E se hai bisogno di eliminare un tag, puoi farlo dalla sezione Post> Tag passando con il mouse sul tag specifico nell’elenco e selezionando “Elimina”.

 

Come costruire una struttura di tagging e categorizzazione

Quando si sviluppa una strategia utilizzando tag e categorie, ricorda alcuni punti rapidi su questi componenti strutturali:

  • – Le categorie sono argomenti generali
    – I motori di ricerca si preoccupano delle categorie
    – Dovresti avere circa 10 o meno categorie in cui dovrebbero rientrare tutti i tuoi post
    – I tag sono descrittori
    – I visitatori del sito dipendono dai tag per dare loro un contesto
    – I tag possono essere usati liberamente e abbondantemente

In considerazione di ciò, ti consigliamo di decidere quali saranno le tue categorie principali prima di pubblicare post sul tuo sito web. Se il tuo sito web è per un’azienda, puoi utilizzare la tua missione per aiutare a definire le categorie. A causa del loro vantaggio strutturale per i motori di ricerca, tieni presente che è difficile cambiare le categorie in seguito, quindi assicurati di scegliere le categorie per durare nel tempo.

Al contrario, i tag possono essere decisi e creati lungo la strada durante la pubblicazione dei contenuti. Questi sono solo per fornire indizi di contesto come breadcrumbs ai visitatori del tuo sito mentre navigano nei tuoi contenuti. I tag sono la tua possibilità di utilizzare frasi chiave, descrittori e parole correlate per collegare i post.

 

Tag e categorie WordPress : sono utili per la SEO?

Quando si tratta di categorie e tag, la SEO dovrebbe sicuramente essere considerata. Sebbene i motori di ricerca non si preoccupino necessariamente dell’uso di categorie e tag in termini di parole chiave corrispondenti e post correlati, si preoccupano della struttura. Più informazioni strutturali e schematiche un motore di ricerca è in grado di raccogliere sul tuo sito web, più può emergere per ricerche pertinenti e visualizzarlo nel modo giusto. Con questo in mente, ricorda questi aspetti chiave della SEO per categorie e tag:

  • – I motori di ricerca si preoccupano delle categorie, ma non dei tag
    – Usa solo 1-2 categorie per post
    – Puoi utilizzare Yoast SEO per ottimizzare l’aspetto della categoria nelle ricerche
    – Puoi anche disattivare l’indicizzazione dei motori di ricerca per i tag utilizzando Yoast SEO
    – Le categorie dovrebbero essere in maiuscolo per il miglior aspetto del motore di ricerca (caso del titolo)
    – I tag devono essere minuscoli e generalmente non devono essere indicizzati