Perché il mio sito WordPress è lento? È una domanda complicata che ha diverse potenziali risposte. Potrebbe essere il tuo host web. Potrebbe essere un plugin corrotto. Potresti utilizzare immagini non ottimizzate.

Una volta terminato questo post, avrai un’idea migliore del perché il tuo sito WordPress è lento e di ciò che devi fare per risolvere il problema.

In questo articolo, parleremo dei fattori che possono rallentare WordPress. Quindi ti aiuteremo a scoprire se il tuo host web offre il livello di prestazioni di cui hai bisogno, in quattro passaggi. 

Iniziamo!

I principali fattori che possono rallentare WordPress

Oltre al tuo host web, ci sono molti aspetti che possono influire sui tempi di caricamento del tuo sito, sia per te che per i tuoi utenti:

  • Utilizzo di immagini non ottimizzate
  • Utilizzo di un tema WordPress lento
  • Utilizzo di plugin non ottimizzati
  • Non implementare le migliori pratiche di prestazioni generali, come la compressione e la memorizzazione nella cache
  • Avere troppi script in esecuzione in background
  • Utilizzare una vecchia versione di PHP

Pertanto, senza una corretta ottimizzazione da parte tua, il tuo sito web non sarà il più veloce possibile. Tuttavia, anche se ottimizzi meticolosamente ogni aspetto del tuo sito web, il tuo provider di hosting può ancora agire da collo di bottiglia e rallentare le cose.

Vedremo in seguito come scoprire se questo è il caso del tuo sito.

Come capire se è necessario accelerare il tuo sito web WordPress (in 4 passaggi)

Dato che ci sono tanti fattori che possono influire sulle prestazioni del tuo sito web, devi escluderli per determinare se la colpa è del tuo provider di hosting.

Esaminiamo il processo passo dopo passo.

Passaggio 1: eseguire alcuni test di base del tempo di caricamento delle pagine

Prima di eseguire qualsiasi altra attività, è necessario innanzitutto determinare la velocità di caricamento del sito web. Come regola generale il tuo sito web dovrebbe caricarsi in meno di due secondi – qualsiasi cosa al di sotto di un secondo offre un’esperienza utente eccezionale. Se sei nella finestra di uno e due secondi, sei in buone condizioni, anche se ci sono spazi per migliorare.

Esistono diverse tool per testare i tempi di caricamento del tuo sito : Pingdom Tools è uno dei favoriti. La tua home page avrà una discreta quantità di contenuti rispetto ad altre pagine del sito, quindi è una buona opzione per i test. Per utilizzare Pingdom, inserisci semplicemente un URL nel campo pertinente, quindi scegli un server di prova che corrisponda al più vicino ai data center del tuo provider di hosting:

Utilizzo degli strumenti Pingdom

Una volta che fai clic su Avvia test e consenti l’esecuzione di Pingdom, otterrai una serie di risultati simili al seguente:

Risultati del test di velocità di Pingdom

Se scorri verso il basso, vedrai che Pingdom classifica il tuo sito web su diversi aspetti, come l’utilizzo della compressione gzip, non avere troppi reindirizzamenti URL e altro:

Suggerimenti per l'ottimizzazione di Pingdom tools per correggere un sito WordPress lento

Migliori sono i tuoi “voti”, più veloce dovrebbe caricarsi il tuo sito web. Ognuno di questi suggerimenti può migliorare significativamente i tempi di caricamento. 

Se hai già trascorso del tempo a ottimizzare il tuo sito web e stai ancora riscontrando tempi di caricamento scadenti, ciò potrebbe indicare un problema con il tuo host. Per esserne certi, dobbiamo mettere il tuo sitosotto stress.

Passaggio 2: sottoponi il tuo sito web a uno stress test

Diversi test di velocità in successione ti danno una buona idea di quanto è veloce il tuo sito web. La vera prova del fuoco però, sta nell’esaminare il tuo host web quando è stressato dal traffico intenso.

Per questo passaggio, utilizzeremo lo strumento Load Impact , che consente di simulare fino a 25 visite simultanee per cinque minuti su una scala crescente. Non è necessario registrarsi per un account per eseguire un test gratuito:

La homepage di Load Impact per testare se un sito wordpress lento

Una volta terminato il test, vedrai un grafico che mostra i tempi di caricamento per ciascun utente per tutti e cinque i minuti. Teoricamente, non dovrebbero esserci picchi significativi nei tempi di caricamento (la linea blu):

Esecuzione di uno stress test su un sito web

I nostri risultati qui sembrano piuttosto buoni, il che significa che il nostro host web può gestire il carico di cui abbiamo bisogno. Tuttavia, picchi significativi nei tempi di caricamento possono significare una delle tre cose:

  1. Sito web non ottimizzato
  2. Il tuo host web non è in grado di gestire la quantità di traffico simultaneo che ricevi
  3. Il tuo piano di hosting agisce come collo di bottiglia

Nella nostra esperienza, i buoni provider di hosting possono gestire un discreto livello di traffico simultaneo anche con piani shared di base. In caso contrario, ovviare integrando una content delivery network (CDN).

Utilizzando una CDN , è possibile ridurre il carico sui server e lasciare che i suoi datacenter lo sostengano. Ciò significa che anche se il tuo host web non è il massimo sotto pressione, puoi prevenire la riduzione delle prestazioni durante i picchi di traffico.

Passaggio n. 3: verifica se le tue immagini necessitano di ottimizzazione

Le foto di alta qualità possono avere dimensioni enormi. Ci sono un paio di modi in cui puoi scoprire se questo è un problema. L’approccio più rapido è quello di utilizzare uno strumento di test delle prestazioni gratuito come GTmetrix .

la homepage di GTMetrix per testare velocità di caricamento sito WordPress lento

Questo servizio funziona in modo molto simile a Pingdom Tools. Inserisci un URL, esegui un test rapido che ti fornirà un rapporto contenente una suddivisione completa dei tempi di caricamento e suggerimenti su come migliorare.

GTMetrix rileva inoltre se il tuo sito web utilizza immagini ottimizzate. Elencherà anche tutte le immagini non ottimizzate se si espande la scheda apposita:

Le immagini non ottimizzate possono rendere un sito wordpress lento

In media , circa il 50% della dimensione di un sito web proviene da immagini, dovresti quindi comprimere le immagini prima o dopo averle caricate su WordPress. Raccomandiamo quest’ultimo approccio poiché ci sono molti plugin di ottimizzazione delle immagini che automatizzano il lavoro per te.

Il plugin Optimole ad esempio può occuparsi di diverse operazioni utili:

  • Comprimere le tue immagini.
  • Servire le tue immagini tramite una CDN ( come hai appreso sopra ).
  • Modificare dinamicamente le dimensioni delle immagini in base al dispositivo dell’utente.
Ottimizzazione dell'immagine e Lazy Load di Optimole

Ottenere un punteggio negativo quando si tratta di ottimizzazione delle immagini può influire notevolmente sulle prestazioni del tuo sito web. Dopo aver abilitato l’ottimizzazione delle immagini e aver controllato la tua libreria multimediale esistente, dovresti tornare ai passaggi uno e due e ripetere i test.

Teoricamente dovresti vedere una diminuzione dei tempi di caricamento, se così non fosse, il tuo web host potrebbe essere il problema di fondo.

Passaggio n. 4: verifica il tema e i plug-in del tuo sito web

Naturalmente, il tema e i plugin che usi possono avere un impatto significativo anche sui tempi di caricamento del tuo sito web. Alcuni temi sono ottimizzati meglio di altri, mentre alcuni plugin possono aggiungere troppi script al tuo sito.

Per escludere questi elementi come causa del rallentamento del tuo sito WordPress, devi effettuare le seguenti operazioni:

  1. Impostar una versione di staging del tuo sito web.
  2. Cambia il tema con un’altra opzione simile ed esegui nuovamente i test dei passaggi uno e due.
  3. Disabilita i plug-in uno a uno ed esegui nuovamente i test ogni volta.

Certo, questo processo può richiedere del tempo se si utilizzano molti plugin, ma è necessario escludere tutto.

Se non si ha accesso alla funzionalità di staging, l’approccio migliore è quello di eseguire il backup del sito web prima di apportare modifiche. In questo modo, puoi ripristinare lo stato originale una volta terminato. Consigliamo di non fare test in un sito web live se si dispone di numeri di traffico significativi.

Stai attento alle situazioni in cui il cambio di tema o la disabilitazione di un plug-in specifico porta a cali significativi nei tempi di caricamento: il tuo host web potrebbe non essere il responsabile dei rallentamenti di WordPress.

Se il tuo tema o plugin sono i responsabili, dovrai cercare sostituti validi (o contattare lo sviluppatore e spiegargli ciò che hai scoperto).

Se invece non sono le tue immagini, il tema o i plugin che rallentano il tuo sito, potrebbe essere il momento di cercare un nuovo host web!

Non lasciarti abbattere da un sito WordPress lento

Sono molti i fattori che possono influire sulla velocità del tuo sito WordPress. Se il tuo host web è il problema, puoi sempre passare a un nuovo provider , ma un approccio metodico è un ottimo modo per scoprire cosa rallenta WordPress.

Prima di saltare a qualsiasi conclusione relativa al tuo host web è importante escludere altri aspetti che possono rallentare WordPress. Il tuo sito ad esempio potrebbe non essere ottimizzato per la velocità, oppure potresti utilizzare immagini non compresse. Anche alcuni plugin e temi possono rallentare il CMS, quindi dovrai testare ogni aspetto prima di decidere se cambiare host.