Come creare un ambiente di staging per WordPress

Staging WordPress

WordPress si limita a visualizzare in anteprima le modifiche a post e pagine. Ma cosa succede se si desidera visualizzare in anteprima un tema diverso con delle modifiche o rifare completamente il sito web? Fare tutto questo sulla versione “live” di un sito può risultare scomodo e pericoloso.

Questo articolo ti mostrerà come creare un ambiente di staging per il tuo sito WordPress, un posto sicuro per testare le funzionalità senza influire sul sito live.

Cos’è un ambiente di staging WordPress?

Un sito di staging WordPress è una replica del tuo sito live, che può essere ospitato sul tuo sottodominio privato.

Questo ambiente consente di testare eventuali modifiche o nuove importanti funzionalità che si desidera implementare sul sito web live accessibile al pubblico.

Gli sviluppatori utilizzano un sito di staging WordPress come banco di prova – per testare nuove funzionalità, nuovi temi , plugin o snippets di codice – principalmente per prevenire errori nel sito live.

In questo modo evitano tempi di inattività o qualsiasi esperienza utente negativa che potrebbe altrimenti verificarsi.

Questo ambiente non è accessibile al pubblico e neppure ai motori di ricerca.

Questo perché viene utilizzato principalmente per scopi di sviluppo e potrebbe comportare errori (WSoD), arresti anomali, caricamenti lenti delle pagine, ecc.

Sono tre le funzioni principali di un sito di staging di WordPress:

  • Ambiente di sviluppo – come abbiamo detto brevemente, questo ambiente conterrà l’ultima iterazione delle funzionalità, del codice o dei template su cui stai attualmente lavorando, è perfetto come luogo di prova iniziale per eventuali nuove modifiche prima di integrarle alla versione live del sito
  • Una replica di un sito web live che hai creato – puoi risparmiare tempo nella creazione da zero di un sito web WordPress strutturato in modo simile. Può anche essere utilizzato come metodo di backup alternativo.
  • Un ambiente per la valutazione della qualità pre-lancio – durante il processo di valutazione della qualità le modifiche sul tuo sito web saranno testate a fondo per trovare eventuali problemi o anomalie che potrebbero verificarsi. questo è particolarmente utile per siti web affermati poiché qualsiasi downtime o cattiva esperienza utente può tradursi in perdita di profitto.

Creare un ambiente di staging WordPress è così importante ?

Come abbiamo descritto nella sezione precedente, è evidente che un sito di staging di WordPress può aiutarti molto.

Se sei un webmaster, è ovvio che non lascerai che i visitatori abbiano un’esperienza negativa durante la navigazione del tuo sito. Questo è importante, soprattutto se vuoi ridurre la frequenza di rimbalzo.

Con un sito di staging, puoi apportare liberamente modifiche o inventare qualsiasi funzionalità tu possa pensare, senza avere il rischio di fare danni intervenendo direttamente sul sito live.

Se sviluppi un sito web per qualcun altro, il sito di staging può darti la privacy necessaria per creare e aggiornare il sito senza doverti preoccupare di chi effettua i controlli.

A proposito del test pre-lancio, si tratta di tre scenari comuni utilizzati in un sito di staging di WordPress:

  • Smoke test – un test preliminare per determinare se il sito sviluppato è stabile o meno. Qui puoi testare ogni funzione che hai progettato. E’ una conferma iniziale prima di continuare con ulteriori test
  • User Acceptance Test (UAT) – Durante l’UAT, gli utenti reali del software testano il software per assicurarsi che sia in grado di gestire le attività richieste in base alle specifiche.
  • Chaos Engineering – un tipo di test apparentemente controproducente – inietti il ​​sito sviluppato con script / plugin dannosi per testare la sua capacità di risposta. Questo è un metodo efficace per preparare e minimizzare eventuali tempi di inattività sul sito live ogni volta che si verifica effettivamente il rischio

In quanto ecosistema chiuso, l’ambiente di staging può anche proteggerti da problemi di posizionamento SEO , che di solito si verificano quando si sviluppa direttamente un sito live.

I crawler dei motori di ricerca sono in grado di rilevare errori creati dalla tua attività di sviluppo sul sito live, influendo così sulle prestazioni SEO del tuo sito.

D’altro canto, non vuoi che il motore di ricerca esegua la scansione e l’indicizzazione del sito di staging, poiché l’indicizzazione su un sito incompiuto può influire negativamente sulla SEO.

Per impedire al motore di ricerca di indicizzare il tuo sito di staging, puoi fare quanto segue:

Autenticazione .htaccess : puoi escludere il tuo sito dall’indicizzazione concedendo un’autorizzazione speciale prima. Pertanto, quando qualcuno desidera accedere al sito di gestione temporanea, verrà visualizzato un modulo di autenticazione. Ciò renderà l’ambiente di staging più sicuro.
Whitelisting dell’indirizzo IP : è possibile limitare l’accesso al sito di staging consentendo l’accesso a un indirizzo IP specifico, ad esempio il tuo personal computer, l’ufficio e le reti client. Limitare l’accesso è anche un ottimo metodo per migliorare la sicurezza del sito di staging.

Come creare un sito di staging in WordPress

Ora conosci il sito di staging di WordPress e i vantaggi che offre per scopi di sviluppo.

In questa sezione, ti spiegheremo come creare un sito WordPress di staging.

I metodi per farlo sono due, manualmente o usando un plugin.

Creare un ambiente di staging utilizzando il metodo manuale

Innanzitutto, devi avere accesso al tuo pannello di controllo di hosting. Questo metodo richiede di modificare le impostazioni del codice e del database.

È possibile eseguire una modifica più complessa utilizzando questo metodo.

Di cosa avrai bisogno

Prima di iniziare questa guida è necessario accedere al pannello di controllo del tuo account di hosting

Step 1: creazione di un sottodominio per l’ambiente di staging

Crea un sottodominio per il tuo ambiente di staging. In questo esempio, utilizzeremo il sottodominio staging.example.com ( example.com è il nostro dominio WordPress principale).

Step 2: copia dei file del tuo sito WordPress in un sottodominio

Copia tutti i file dall’installazione esistente di WordPress nel sottodominio appena creato. In questo caso i file verranno spostati da public_html/ a public_html/ staging/ .

Step 3: duplicazione del database WordPress

Duplica il database WordPress esistente. In questo esempio, copieremo il database create69_wp19 in create69_staging .

Esistono diversi modi per duplicare il database WordPress:

  1. È possibile utilizzare phpMyAdmin per creare una copia del database.
  2. È possibile creare un file di backup del database e quindi importarlo nel database appena creato.

Su un database appena creato non ci saranno utenti privilegiati. Non dimenticare di aggiungere lo stesso utente originale dall’installazione esistente di WordPress:

database sito di staging wordpress

Step 4: configurazione del file wp-config.php nel sottodominio appena creato

Apri il file wp-config.php situato nel tuo sottodominio appena creato (in questo esempio è public_html/staging/wp-config.php ) e aggiungi le seguenti righe:

define('WP_HOME','http://staging.example.com');
define('WP_SITEURL','http://staging.example.com');

Successivamente, sullo stesso file, modifica il nome del database e il nome utente in uno appena creato:

define('DB_NAME', 'create69_staging');

wpconfig sito di staging wordpress

Creare un ambiente di staging utilizzando un plugin WordPress

Plugin wp staging wordpress

È possibile creare un ambiente di staging su WordPress utilizzando un plugin chiamato WP Staging .

Questo plugin ti consente di clonare il tuo sito web ed è piuttosto semplice da usare : tutto ciò che devi fare è installarlo, attivarlo e creare il nuovo sito di staging.

Dopo aver attivato il plugin, vai a WP Staging -> Crete new staging site . Assegna un nome al sito, in questo caso è staging e controlla tutte le tabelle di file e database che desideri copiare.

Quando hai finito, fai clic su Start Cloning .

*** Importante : crea un file di backup prima di creare un ambiente di staging per il tuo sito web ***

wpstaging plugin

Il processo può richiedere del tempo, soprattutto se i dati del tuo sito sono tanti.

Al termine, è possibile fare clic su Vai al sito di staging o utilizzare l’URL iltuosito.com/staging .

Quando ti trovi all’interno del sito di staging WordPress, la barra di amministrazione sarà di colore arancione, questo per differenziarlo dal sito live.

wpstaging

Da qui in poi, puoi personalizzare i temi o aggiornare e testare i plugin prima di fare la stessa cosa sul tuo sito live.

Utilizzando wp staging puoi anche pubblicare automaticamente le modifiche apportate direttamente nella versione live del sito ma per avere questa funzionalità è necessario un piano premium.