Assicurarsi che il tuo sito WordPress si posizioni bene sui motori di ricerca è fondamentale per qualsiasi strategia di online marketing. Esistono molti fattori di posizionamento dei motori di ricerca (SEO) che influenzano il ranking dei tuoi post e delle tue pagine nelle SERP. I backlink possono essere uno di quelli che possono confondere di più, ma anche uno dei più cruciali.

Se usati bene, possono conferire autorità al tuo sito e offrire posizioni più elevate nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP). Tuttavia, se non disponi di una solida strategia di backlink, potresti finire per danneggiare seriamente la reputazione e la visibilità del tuo sito.

In questo post spiegheremo cosa sono i backlink e perché sono importanti per la SEO. Quindi ti daremo informazioni su come avviare una strategia di link building e come usarli correttamente.

Iniziamo!

Introduzione ai backlink

I backlink si riferiscono a qualsiasi link che punta al tuo sito web. Sono anche conosciuti come link “in entrata” o “inbound” link. In genere, quando parliamo di backlink ci riferiamo a link esterni al tuo dominio. Tuttavia, possono anche essere “interni”: link da una pagina del tuo sito a un’altra.

I link esterni vengono comunemente utilizzati per reindirizzare gli utenti a un sito web affidabile che offre maggiori informazioni o ha maggiore autorità sull’oggetto del post o della pagina. Se stai scrivendo un articolo sui benefici dello yoga, ad esempio, potresti linkarti a un’altra pagina che offre ricerche concrete e prove a sostegno della tua tesi.

L’obiettivo principale dei backlink è migliorare l’esperienza degli utenti. Tuttavia, i backlink da siti credibili e pertinenti fanno anche capire a Google che i tuoi contenuti sono preziosi, affidabili e degni di essere posizionati. Svolgono un ruolo anche nel modo in cui i motori di ricerca scoprono le tue pagine web.

Queste piattaforme realizzano ciò tramite i link dofollow . Tutti i backlink sono link dofollow per impostazione predefinita e indicano ai crawler dei motori di ricerca che dovrebbero seguire il link. Tuttavia, i gestori dei siti possono anche specificare i link come nofollow , impedendo ai bot dei motori di ricerca di eseguirne la scansione e rendendoli irrilevanti in termini di valore SEO.

Detto questo, di solito viene fatto per una buona ragione. Potresti usare un link nofollow se stai puntando a una fonte discutibile o inaffidabile. Ciò può evitare che il tuo sito perda fiducia e credibilità sia con gli utenti che con i motori di ricerca.

In che modo i backlink influiscono sulla SEO

Secondo un recente studio, i backlink sono il fattore di ranking più importante quando si tratta di SEO. Ottenere link verso il tuo sito web è come ricevere un’approvazione. Più siti affidabili si collegano alla tua pagina, più i motori di ricerca la interpretano come fonte credibile che vale la pena posizionare.

Ci sono tre fattori principali che Google considera quando determina la qualità del backlink:

  • Autorità: il sito di riferimento è credibile e competente in materia?
  • Rilevanza: il contenuto collegato è pertinente all’argomento in discussione?
  • Affidabilità: il link o il sito potrebbe essere spam?

Anche la posizione e il numero di link all’interno del contenuto sono importanti. In genere, vuoi che i tuoi link siano più in alto nei risultati di ricerca. È anche meglio ricevere pochi backlink di alta qualità che diversi di scarsa qualità..

Proprio come i backlink di altaqualità possono migliorare le tue posizioni , i backlink di bassa qualità possono danneggiarle. Questo è il motivo per cui gli schemi di link, lo spamming dei link e l’acquisto di backlink sono soluzioni fortemente sconsigliate. Pubblicare link al tuo sito nei commenti del contenuto può essere considerato spam che può causare anche una penalizzazione da parte dei motori di ricerca.

È consigliabile evitare il collegamento ipertestuale a pagine con autorità di dominio basso e punteggi spam elevati, nonché a siti che non sono irrilevanti per la tua nicchia. Da queste fonti non dovresti nemmeno accettare backlink. Discuteremo a breve di come sbarazzarsene.

Come utilizzare i backlink per indirizzare il traffico verso il tuo sito (3 strategie utili)

Per migliorare le posizioni dei tuoi post nei risultati di ricerca, è importante creare e mantenere un profilo backlink efficace e di qualità. Ecco tre modi per farlo.

1. Crea contenuti unici e di valore

Per aumentare le possibilità che siti web credibili e affidabili rimandino al tuo tramite i backlink, ti consigliamo di produrre contenuti che valga la pena condividere. Ad ogni modo, determinare ciò che è considerato “degno di collegamento” può essere complicato.

In parole povere, i contenuti di valore forniscono al lettore qualcosa di cui hanno bisogno, che si tratti di informazioni, di un prodotto o qualcos’altro. Spesso chi crea contenuti affronta questo ostacolo pensando a quali problemi hanno i loro lettori e lavorando a ritroso per fornire soluzioni.

I tuoi contenuti devono anche distinguersi da altre fonti. Se stai trattando un argomento popolare, prova a dargli un tocco unico. Una tecnica consiste nell’incorporare elementi visivamente accattivanti, come infografiche o video.

Un esempio di ionfografica

Quando utilizzi link ad altri siti nei tuoi contenuti, collegati solo a fonti affidabili e pertinenti all’argomento di cui stai scrivendo. Includere link esterni di qualità non solo aumenta l’affidabilità del tuo sito, ma aumenta anche le possibilità di ricevere in cambio backlink.

Puoi anche inserire link interni ad altri post che hai scritto. Ricorda però di non esagerare e non spammare i tuoi lettori con centinaia di link. Che si tratti di altre pagine del tuo sito o di fonti esterne, un gran numero di link aumenta le possibilità che i lettori lascino la pagina in cui si trovano.

2. Interagisci con siti autorevoli e partner del settore

Partecipare a discussioni all’interno della tua nicchia può aiutare a posizionare il tuo sito come fonte pertinente e affidabile. Una strategia è quella di impegnarsi in discussioni nelle sezioni dei commenti, nei forum e nei post sui social media. Per attirare l’attenzione all’interno della tua nicchia, dovresti far conoscere la tua presenza e il tuo interesse.

Un altro metodo è attraverso il guest blogging. Contribuire a un post su un altro sito web ti consente di acquisire un backlink di qualità da una fonte che hai identificato come pertinente e affidabile nella tua nicchia.

Ricorda sempre che è importante concentrarsi sulla qualità piuttosto che sulla quantità. In questo modo potresti essere in grado di ottenere un sacco di backlink da una varietà di siti. Tuttavia, sono utili solo se provengono da fonti affidabili e pertinenti.

3. Traccia e monitora i backlink

Esistono diversi strumenti che puoi utilizzare per visualizzare i tuoi backlink attuali. SEMrush , SEOZoom, Moz e Google Search Console sono alcuni dei software più comuni con questa funzione di tracciamento. Questi strumenti possono aiutarti a identificare i backlink verso il tuo sito da tutte le fonti, anche quelle di bassa qualità.

La suite seozoom per tracciare i backlink

Nel caso in cui scoprissi tali link, la cosa migliore che puoi fare è contattare il sito di riferimento e chiedere che il link venga rimosso. Se ciò non è possibile, tuttavia, puoi sempre rinnegare (disavow) il link . Ciò garantisce lo stato di nofollow al link, quindi non danneggerà la tua SEO.

Dovrai anche essere a conoscenza dei link che si trovano sul tuo sito. Gli spammer possono lasciare commenti sul tuo sito web per generare backlink ai propri contenuti. Come abbiamo detto, questi link spam possono danneggiare la tua SEO.

Per evitare ciò, puoi filtrare i commenti spam nella dashboard di WordPress. In Impostazioni, fai clic su Discussione :

Le impostazioni di discussione nella dashboard di WordPress.

Avrai la possibilità di disabilitare completamente i commenti o di implementare controlli come richiedere agli utenti di registrarsi prima di lasciare un commento. Sebbene questi filtri siano utili per prevenire lo spam, non sono sempre del tutto efficaci.

È buona cosa anche monitorare i link interrotti da e verso il tuo sito, poiché comportano una scarsa esperienza utente e possono peggiorare le posizioni del tuo sito. Avere uno strumento per identificare i link interrotti ti consente di risolverli il più rapidamente possibile.

Un plugin come Broken link checker, ad esempio, verifica automaticamente la presenza di link che sul tuo sito non rispondono o non funzionano . Sarai quindi in grado di risolvere il problema in modo tempestivo rimuovendo il link, aggiungendo un tag nofollow o sostituendolo.

Monitorando costantemente i link sul tuo sito, puoi evitare che spam e link non funzionanti danneggino la SEO.

Conclusione

La qualità e la pertinenza dei link in entrata sono due dei fattori più importanti che determinano le posizioni nelle SERP. Ignorare i backlink del tuo sito potrebbe portare a una mancanza di traffico e conversioni.

Come abbiamo discusso in questo post, ci sono diversi metodi che puoi utilizzare per acquisire backlink di alta qualità:

  1. Crea contenuti unici e di valore.
  2. Coinvolgi e collabora con siti web autorevoli nella tua nicchia.
  3. Tieni traccia e monitora i link sul e verso il tuo sito.

Buon lavoro!