Sono finiti i giorni in cui le persone dovevano affidarsi esclusivamente agli sviluppatori per creare i propri siti web e pagare cifre elevate per ottenere i progetti richiesti. I page builder di WordPress hanno permesso di superare questi ostacoli e hanno permesso ai profani di giocare con il semplice drag & drop per tradurre i loro progetti in realtà.

Tra questi migliori page builder WordPress , sia Divi che Elementor hanno registrato i primi posti, grazie alla loro ampia offerta di funzionalità e alla facilità d’uso. Tuttavia, gli utenti spesso si trovano in difficoltà a fare la scelta giusta a causa dell’eccellenza di entrambi i page builder.

Siamo qui per eliminare la confusione confrontando Divi ed Elementor su varie metriche e ti aiuteremo a scegliere il page builder giusto per soddisfare le tue specifiche esigenze.

Prima di iniziare il duello Divi vs Elementor, esaminiamo la loro introduzione di base. Se possiedi già conoscenze sui page builder, salta questa parte per leggere direttamente la parte di confronto.

Iniziamo!

Perché hai bisogno di un page builder?

Alcuni anni fa, gli sviluppatori web potevano sviluppare e costruire siti web, e il pensiero di un utente non esperto di tecnologia che provava la creazione pratica della propria pagina era considerato uno scherzo.

In tempi recenti, un plugin di WordPress ha ribaltato la situazione e ha messo il controllo e la potenza nelle mani degli stessi utenti non esperti di tecnologia , dando loro l’indipendenza di costruire le proprie pagine senza affrontare alcuna complessità con il codice.

Il magico plugin per il cambio di tendenza è noto come page builder . Un page builder riduce il tempo e lo sforzo e consente agli utenti di strutturare e progettare le proprie pagine senza competenze di codifica . Ma come è possibile?

Il page builder rende possibile la creazione di siti web per ogni utente grazie alla sua facile modifica visiva drag-and-drop che richiede solo che l’utente abbia una mentalità creativa.

Quindi, questi page builder sono solo per utenti non esperti di tecnologia? No, anche gli sviluppatori possono utilizzare questi page builder al massimo del loro potenziale apportando le modifiche desiderate al codice esistente e risparmiando tempo, fatica e denaro tramite la modifica tramite drag & drop.

Ora che conosci i page builder, affrontiamo le basi dei nostri due contendenti ; Divi ed Elementor .

Leggi anche: Elementor vs Beaver Builder: quale Page Builder è migliore per WordPress?

Divi Page Builder

Divi è un plugin di WordPress offerto da Elegant Themes e, come ogni page builder, viene utilizzato per creare pagine web tramite un facile editing visivo drag-and-drop. Offre decine di modelli di layout gratuiti e 46 moduli predefiniti che consentono agli utenti di aggiungere elementi drag and drop come moduli di contatto , shop slider di immagini, ecc.

Divi è offerto nelle due forme seguenti:

  • Builder backend
  • Builder visivo frontend

Come suggerisce il nome, il builderi backend di Divi funziona sull’interfaccia di backend e sostituisce l’ editor di post standard di WordPress . Creato per gli utenti che hanno familiarità con la codifica per apportare modifiche istantanee dalla dashboard.

Divi Page Builder

Poiché i page builder di WordPress sono realizzati principalmente per soddisfare le esigenze dei tecnofobi, i visual builder frontend di Divi aiutano tali utenti nel miglior modo possibile con una facile modifica visiva tramite drag & drop.

Quando aggiungi qualcosa o modifichi qualsiasi impostazione nel builder frontend, i risultati vengono visualizzati istantaneamente sullo schermo, aiutando gli utenti ad apportare le modifiche desiderate in modo facile e veloce.

Elementor Page Builder

Elementor, come Divi, è un page builder visivo drag-and-drop di WordPress . Indossando il tag del primo page builder di WordPress, Elementor si distingue dagli altri page builder per le sue ampie funzionalità, responsività e facilità d’uso.

Realizzatpo per tutti i tipi di utenti, Elementor non si limita agli utenti inesperti ma facilita anche gli utenti professionali nella creazione di siti web migliori.

Elementor Page Builder

Con dozzine di widget e una libreria di modelli unica nel suo genere, insieme a un facile drag & drop, gli utenti possono lavorare con Elementor senza problemi tecnici o difficoltà di codifica .

Lavorando sul WYSIWYG ( What You See IWhat You Get) deign, gli elementi visivi ridurcono il tempo e gli sforzi nella costruzione di sito web tradizionale e permettono di creare qualsiasi layout di contenuto o layout di pagina. Offre un’interfaccia separata e sostituisce il noioso editor di blocchi di WordPress per lavorare sui tuoi post in modo moderno e improvvisato.

Cosa rende Divi ed Elementor diversi?

Anche se sia Elementor che Divi sono i principali page builder , il fatto che nessun plugin possa essere perfetto in quanto alcune carenze accompagnano ogni strumento rimane intatto.

Sebbene Divi sia un page builder visivo, a volte diventa un po’ complicato per gli utenti inesperti, mentre Elementor è abbastanza facile da imparare anche per i nuovi utenti. Detto questo, le opzioni di personalizzazione di Divi e i template mozzafiato mettono Elementor in difficoltà.

La differenza più notevole tra Elementor e Divi è lo strumento per la creazione di popup offerto da Elementor, che a Divi manca.

Il generatore popup di Elementor ti consente di utilizzare l’interfaccia per progettare popup e mostrarli sulle tue pagine in qualsiasi luogo. Sebbene Divi cerchi di colmare il divario con overlay di terze parti , non è funzionale come il generatore di popup di Elementor.

Il popup builder di Elementor

I test A/B di Divi ti danno un’immagine di come le immagini, i titoli, i pulsanti e altre varianti si vedranno sulla pagina, il che è molto utile nella progettazione dei landing page.

Divi AB test

Come Divi affronta il generatore di popup di Elementor con una soluzione di terze parti, Elementor fa lo stesso con uno strumento di terze parti come Google Optimize , che aiuta l’ottimizzazione del design.

Elementor ha un gigantesco marketplace di terze parti per le estensioni; Divi non può eguagliarlo. Tuttavia, Divi essendo sia un plugin che un tema offre un migliore page builder e sincronizzazione dei temi.

Quindi qual è il miglior page builder? Sceglieremo un vincitore individuale per ogni categoria e concluderemo con un vincitore finale combinando i risultati.

Divi vs Elementor: confronto delle caratteristiche

Sicuramente i page builder semplificano la creazione e la progettazione di siti web. Ma cos’è una torta senza farciture? Semplice e noiosa.

Le caratteristiche svolgono il ruolo di aspersione e facilitano ulteriormente il processo. Gli utenti selezionano naturalmente gli strumenti dotati delle funzionalità più utili, e lo stesso è il caso dei page builder di WordPress .

Poiché sia ​​Elementor che Divi si concentrano sulla risoluzione di problemi simili, le loro caratteristiche sono in qualche modo identiche. Ma quale offre le caratteristiche migliori? Li confronteremo con caratteristiche simili per giungere a una conclusione equa.

Leggi anche: eaver Builder vs Divi: qual è il miglior Page Builder per WordPress nel 2021?

Facilità d’uso

Forse la caratteristica più importante di un page builder è la sua facilità d’uso . A nessuno piace lavorare in un ambiente complicato e con elementi confusi che intralciano il processo di creazione della pagina piuttosto che semplificare le cose.

Sia Elementor che Divi si concentrano proprio su questo aspetto e per fortuna resistono bene alle loro affermazioni di facilità d’uso e possono essere facilmente utilizzati dai neofiti.

Gli utenti adorano l’editing drag and drop di Divi, arricchito con le ultime funzionalità. Tuttavia, ultimamente, Divi si è spostato più verso la fantasia dell’aspetto, che comprende un po’ di facilità d’uso. Un utente potrebbe dover capire un paio di cose per lavorare senza problemi con le sue ampie funzionalità.

Elementor offre anche un editor drag and drop di facile utilizzo e, come Divi, non richiede che tu sia un programmatore. Anche se Elementor offre anche funzionalità eccellenti, non ha compromesso la sua facilità d’uso e ha mantenuto la sua semplicità. Un utente inesperto può facilmente utilizzare Elementor ed essere facilitato dalle sue scorciatoie da tastiera e dalla sua facile gestione .

Inoltre, alcuni utenti hanno segnalato problemi di shortcode con Divi, mentre Elementor non ha riscontrato alcun problema di questo tipo finora.

Vincitore: Elementor ( design semplicistico e intuitivo )

Reattività

Immagina di lavorare con un page builder che si prende una pausa per rispondere ai tuoi comandi: agonizzante!!! La reattività è una delle caratteristiche più importanti per un page builder e qualsiasi costruttore che ne sia privo viene rifiutato dagli utenti.

Divi ed Elementor forniscono entrambi ambienti altamente reattivi e aiutano a creare progetti responsivei. Non avrai alcun ritardo e i tuoi progetti funzioneranno automaticamente su tutti i dispositivi.

Poiché entrambi sono i principali attori, ti offrono la possibilità di personalizzare le impostazioni responsive del tuo design in quanto puoi impostare le dimensioni dei caratteri, i margini e mostrare/nascondere eventuali moduli sui dispositivi dei tuoi visitatori.

Vincitore: PAREGGIO

Interfaccia visiva

Divi ed Elementor offrono l’esperienza di modifica visiva drag & Drop, che richiede semplicemente di fare clic su un elemento e trascinarlo sullo schermo.

Con la semplice tecnica del copia-incolla, puoi costruire le tue pagine e l’intero sito web senza occuparti di una singola riga di codice. La modifica live ti consente di vedere cosa vedranno i tuoi visitatori quando visiteranno il tuo sito web.

Scopriamo di più sull’interfaccia visiva di ciascun builder:

Divi

Divi fornisce ai suoi utenti un editor larghezza piena senza elementi di interfaccia fissi. I suoi elementi sono visualizzati sul lato destro del layout di pagina.

Tutto quello che devi fare con Divi è semplicemente selezionare l’elemento che vuoi aggiungere e trascinarlo nella tua pagina nella posizione desiderata.

Interfaccia visiva Divi

Divi consente inoltre ai suoi utenti di godere di elementi aggiuntivi dai moduli. I diversi colori mostrano diversi tipi di moduli.

Puoi utilizzare il popup delle impostazioni per configurare i moduli, ridimensionare il popup e spostarlo ovunque trascinandolo. Divi ti consente di aggiungere nuovo testo e modificarne il carattere, le dimensioni e lo stile. Tutte le modifiche vengono eseguite live, quindi hai già un’idea di ciò che vedranno i tuoi utenti.

Elementor

Elementor ti fornisce gli elementi di design nella colonna di sinistra; puoi selezionare gli elementi che preferisci e trascinarli e rilasciarli in qualsiasi parte della tua pagina. È abbastanza comodo in quanto la barra laterale fissa offre un’esperienza di modifica controllata.

Interfaccia visiva di Elementor

Come Divi, Elementor consente all’utente di eseguire modifiche visive , visualizzando le modifiche istantanee apportate al design della propria pagina. Nel complesso, l’interfaccia visiva di Elementor è abbastanza buona, ma è un po’ meno pratica dell’interfaccia visiva di Divi.

Vincitore: Divi

Theme Builder

Elementor e Divi non sono solo page builder, ma hanno anche la funzione di creazione di temi , il che significa puoi creare il tuo tema WordPress tramite il semplice drag & drop.

Divi non aveva questa caratteristica fino alla versione 4.0 ; Elementor ha rilasciato per primo questa funzione. Puoi utilizzare i theme builder di Divi ed Elementor per creare template per i tuoi post, footer, intestazione e pagine di archivio.

Divi ti consente di organizzare varie sezioni del template di tema tramite la sua interfaccia di backend . Gli utenti possono utilizzare il visual builder frontend di Divi per creare le sezioni del template del tuo tema e creare nuovi modelli per sovrascrivere l’header, il footer e il design del sito esistente.

Scegli dove vuoi applicare il tuo modello e inizia a creare il modello per il tuo sito web.

divi theme builder

Elementor consente ai suoi utenti di progettare i propri modelli di temi accedendo direttamente al visual builder . Offre widget dedicati per i modelli e una funzionalità di contenuto dinamico che può essere applicata a qualsiasi widget.

Elementor theme builder

Con Elementor puoi creare template per sezioni, header, footer, pagine, post e archivi. Il generatore di temi Elementor è piuttosto solido e offre un’eccellente flessibilità.

Vincitore: PAREGGIO

SEO

Chi non vorrebbe che il proprio sito web si posizionasse meglio sui motori di ricerca e guadagnasse traffico? Non una sola persona sana di mente. Il tuo page builder, insieme alle altre funzionalità, dovrebbe concentrarsi anche sugli aspetti SEO del tuo sito.

Certo, non devi occuparti del codice con l’uso dei page builder, ma sai che gli shortcode supportano tutte le funzioni dedicate? Una pletora di shortcode è dannosa per la SEO del tuo sito e più funzionalità e caratteristiche in un plugin di WordPress , più shortcode avrai sul tuo sito web.

Elementor conosce il problema dello shortcode e quindi si concentra sul codice pulito. Considerato uno dei builder più SEO-friendly , segue il rigoroso standard del codice per garantire velocità di caricamento elevate. Puoi ottimizzare ulteriormente le tue pagine utilizzando plugin esterni come Yoast o Rank Math.

Divi, d’altra parte, non è così bravo a limitare gli shortcode . L’elevata quantità di shortcode contribuisce a influenzare la SEO del tuo sito. Sebbene Divi offra tempi di caricamento rapidi , i suoi shortcode possono diventare un vero problema perché anche quando si disinstalla Divi; i codici fastidiosi possono rimanere e influenzare il tuo sito web in generale.

Vincitore: Elementor

Divi vs Elementor: prezzi e piani

Se un page builder offre funzionalità estese, è facile da usare, veloce, reattivo e ha tutti gli elementi di cui hai bisogno ma è troppo caro e fuori dal tuo budget, allora è inutile per te.

Tutto dipende dai piani tariffari e dal tuo budget. Naturalmente, non dovresti lesinare e scegliere solo la soluzione più economica con gli occhi chiusi e le braccia aperte. Un utente intelligente analizza le funzionalità del builder e verifica se rientra o meno nel suo budget.

Elementor e Divi sono page builder economici e dotati dei loro vantaggi; sono un ECCELLENTE valore per i soldi che fanno pagare.

Pensa ai costi che risparmierai assumendo sviluppatori, designer, oltre ad altri prodotti e manutenzione. Un page builder riduce tutte queste spese al costo di un abbonamento. Quindi, vale assolutamente i tuoi soldi.

Esamineremo separatamente i piani tariffari di Divi ed Elementor e decideremo un vincitore alla fine di questa sezione.

Prezzi Divi

Divi offre due piani tariffari ai suoi utenti. Il primo è il piano annuale che costa $ 89 all’anno e l’altro richiede che l’utente paghi una commissione una tantum di $ 249 e si diverta a utilizzare i servizi del tema Elegant per tutta la vita .

Entrambi i piani consentono agli abbonati non solo di ottenere il page builder Divi, ma di avere pieno accesso all’intera gamma di prodotti.

Piani tariffari Divi

Inoltre, otterrai un sacco di pacchetti di layout che puoi utilizzare per abbellire i tuoi siti web. In più avrai accesso a tutti i prodotti e al supporto premium 24 ore su 24, 7 giorni su 7, nel caso in cui avessi bisogno di aiuto.

La cosa migliore del piano tariffario di Divi è che ti consente di utilizzare i plugin e i temi su siti web illimitati , quindi hai libertà di distribuzione. Per finire, hai una garanzia di rimborso di 30 giorni senza domande , quindi puoi effettuare un acquisto senza rischi.

Prezzi Elementor

Elementor è più costoso di Divi, ma cerca di bilanciare la differenza offrendo la sua versione gratuita . Inutile dire che la versione gratuita ha opzioni estremamente limitate e invoglia l’utente ad acquistare versioni a pagamento.

La più grande e forse l’unica pecca di Elementor è il suo prezzo elevato , che è in qualche modo giustificato considerando le caratteristiche e le prestazioni che offre. I piani tariffari di Elementor sono visualizzati nell’immagine seguente:

Piani tariffari Elementor

Vincitore: Divi

Decisione finale: Divi o Elementor?

Abbiamo confrontato Divi ed Elementor su sei diverse metriche e i risultati sono i seguenti:

  • Facilità d’uso: Elementor
  • Reattività: Pareggio
  • Interfaccia visiva: Divi
  • Tema di costruzione: Pareggio
  • Compatibilità SEO: Elementor
  • Prezzo: Divi

Totale vittorie Elementor: 2
Totale vittorie Divi: 2
Pareggio: 2

Divi ed Elementor sono entrambi eccellenti page builder WordPress e la loro selezione si basa sul tuo utilizzo. Mentre Divi può soddisfare le esigenze di alcuni utenti, potrebbe non riuscire a soddisfare gli altri, e lo stesso vale con Elementor.

Siamo rimasti imparziale in questa recensione e, secondo la nostra analisi, entrambi i page builder sono eccezionali nelle loro funzionalità, ed il confronto è risultato in un PAREGGIO . Anche se abbiamo dichiarato il nostro risultato, lasciamo le porte del giudizio aperte a tutti i lettori per decidere il loro vincitore.

DOMANDE FREQUENTI

Quale è meglio: Elementor vs Divi?

Sia Elementor che Divi sono eccellenti page builder e hanno i loro pro e contro. 
Mentre Divi è un page builder più conveniente, Elementor non ha eguali per facilità d’uso e prestazioni.

Elementor è più veloce di Divi?

Sì, Elementor è più veloce di Divi grazie alla pulizia del codice e all’organizzazione chiara. 
Anche Divi è un page builder veloce, ma è un po’ lento rispetto a Elementor.

Dovrei usare Elementor o Divi?

Se stai cercando un page builder WordPress più economico, allora dovresti usare Divi. 
Se dai la priorità alle prestazioni e al prezzo eccessivo della facilità d’uso, allora dovresti optare per Elementor.

Elementor è uguale a Divi?

No, anche se Elementor e Divi sono entrambi page builder di WordPress e offrono funzionalità simili, sono diversi. 
Entrambi sono page builder facili da usare e reattivi. 
Elementor ha il vantaggio su Divi in ​​termini di facilità d’uso, ma Divi è più economico di Elementor.