Le persone usano acronimi su Internet e tra i tanti, possiamo essere sicuri che hai già visto anche URL e potresti esserti chiesto che cos’è un URL di un sito web. In questo post, ti daremo una risposta di base e analizzeremo le 3 parti più importanti della struttura di un URL, nonché il modo in cui ciascuna di queste parti si collega al tuo sito WordPress.

Iniziamo subito.

Che cos’è un URL ?

che cos'è un URL del sito web? Un esempio

Abbreviazione di Uniform Resource Locator, un URL è la posizione di un sito web, una pagina o un file specifici su Internet . 

Se ad esempio accedi a https://www.creativemotions.it/cosa-e-url-sito-web/dal tuo browser, ti porterà a questo post. Ma se accedi a https://www.creativemotions.it/, verrai portato alla homepage di Creativemotions.

Molte persone non pensano mai agli URL, a parte memorizzare quelli che portano ai loro siti preferiti. Se gestisci il tuo sito web o stai pianificando di realizzarne uno, tuttavia, è una buona idea capire un pò di più su cos’è un URL e come funziona.

Ogni URL è composto da più parti e il modo in cui il tuo è costruito avrà diversi effetti sulla sicurezza del tuo sito e sull’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) . Detto questo, esaminiamo più da vicino ciò che è interessato in un URL di base del sito web.

La guida per comprendere gli URL (3 punti chiave)

Nelle prossime sezioni esamineremo le tre parti più importanti di un URL. Insieme, dovrebbero rispondere alla domanda: “Che cos’è un URL di un sito web?”

1. Il protocollo

Considera il seguente URL:

https://www.creativemotions.it/come-creare-un-blog/

La parte più facile di questo indirizzo da analizzare è la prima. Probabilmente sei così abituato a vedere http:// e https:// all’inizio di ogni URL da non pensarci troppo: questo elemento, il protocollo dell’URL, ed è più importante di quanto si possa pensare.

Il protocollo di un URL indica al browser come comunicare con il server di un sito web, al fine di inviare e recuperare informazioni. In altre parole, è ciò che consente a un URL di funzionare. Tradizionalmente, la maggior parte dei siti utilizza Hypertext Transfer Protocol (HTTP).

Ultimamente, c’è stata una recente tendenza verso l’adozione diffusa di HTTPS (Hypertext Transfer Protocol Secure) . Questo protocollo URL fa essenzialmente la stessa cosa di HTTP, ma è molto più sicuro poichè cifra i dati che viaggiano tra il browser e il server. Ecco perché la maggior parte dei browser gli conferisce un lucchetto di sicurezza bloccato:

esempio di url https

Se vuoi essere sicuro che il tuo sito venga eseguito su HTTPS è semplice se sei utente di WordPress. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra guida all’implementazione di HTTPS . Tutto ciò che ti serve è un certificato SSL.

2. Il nome del dominio

Torniamo per un momento all’URL completo:

https://www.creativemotions.it/come-creare-un-blog/

La parte successiva è l’elemento più identificabile di un indirizzo web: il nome di dominio. In questo caso, è creativemotions.it (il nostro sito web). Un nome di dominio è un identificatore per un sito specifico, che generalmente ti porterà direttamente alla home page se non viene aggiunto altro.

Un nome di dominio è in realtà costituito da due parti più piccole: il nome del sito web in questione, quindi il dominio di primo livello (TLD). Quest’ultimo termine si riferisce a identificatori .com.org.net (tra gli altri) alla fine del nome di dominio.

Se devi realizzare un nuovo sito, vale la pena dedicare un pò di tempo a considerare attentamente il nome di dominio che utilizzerai. Dovrebbe essere unico e attirare l’attenzione, ma allo stesso tempo chiaro e facile da ricordare. Se hai bisogno di aiuto per trovare un nome di dominio sicuro per il tuo sito WordPress, puoi utilizzare un generatore di domini per ottenere idee e vedere cosa è disponibile.

Anche la scelta del TLD (Top-Level Domain) è importante. Per molti siti, attenersi a .com è l’opzione migliore ma puoi anche trarre vantaggio dalla scelta di un TLD che si adatti meglio alla tua nicchia o campo. In realtà ci sono centinaia di opzioni TLD (molte delle quali sono specifiche per regione o settore), quindi c’è molta scelta se vuoi avventurarti oltre un semplice .com .

3. Il percorso

Se desideri semplicemente visitare la prima pagina del nostro sito web, tutto ciò di cui hai bisogno sono il protocollo e il nome di dominiohttps://creativemotions.it. Ma ogni singola pagina o file su un sito web ha anche un proprio URL.

Ancora una volta, ecco come appare:

https://www.creativemotions.it/come-creare-un-blog/

La parte dopo il TLD è nota come “percorso“. Questo perché indirizza il browser a una pagina specifica sul sito web. In questo caso, porta a un particolare post: Come creare un blog in 11 passaggi e meno di 30 minuti! . L’ultima parte è talvolta chiamata anche ‘slug’ URL .

Come utente di WordPress, hai il controllo su come appaiono i percorsi dei tuoi URL. WordPress ti consente di apportare modifiche ai tuoi “permalink” o ai singoli collegamenti in ciascuna pagina e post. Puoi anche trovare questa opzione a livello globale nella tua dashboard andando su Impostazioni> Permalink :

wordpress url permalink

Le scelte che fai qui avranno un impatto su come i tuoi contenuti appariranno ai potenziali visitatori e sulla SEO generale del tuo sito. Per saperne di più, ti suggeriamo di dare un’occhiata alla nostra guida completa per cambiare i permalink del tuo sito WordPress e scegliere una struttura ottimale.

Conclusione

Come la maggior parte degli elementi del tuo sito web, gli URL sono più complessi di quanto sembrino a prima vista. Per questo motivo, familiarizzare con le basi della struttura dell’URL è una mossa intelligente. Solo allora saprai come fare le migliori scelte possibili per il tuo sito.

Che cos’è l’URL del sito web? Per ricapitolare, questi sono i tre elementi di base:

  1. Il protocollo – HTTP o HTTPS .
  2. Il nome di dominio (incluso il TLD) che identifica un sito.
  3. Il percorso che conduce a una pagina web specifica.

Buon lavoro!