Come aggiungere Alt Tags alle immagini di WordPress

Pubblicato in data 4 Agosto 2019 Categoria Consigli WordPress, Seo

tag alt

I motori di ricerca sono molto efficiaci quando si tratta di capire di cosa tratta un contenuto e quando è pertinente per il lettore. Per raggiungere questo obiettivo, si basano su indicatori come keywords, sottotitoli e alt tag ( o alt text ).

Per ogni immagine che aggiungi al tuo sito web, dovresti anche includere un alt text (testo alternativo) descrittivo. Verrà visualizzato e informerà sia gli utenti che i motori di ricerca su ciò che la tua immagine rappresenta nel caso in cui non venga caricata per qualsiasi motivo.

In questo articolo, parleremo di cos’è un tag alt, di come influisce sull’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) e di come aggiungerlo alle tue immagini.

 

Che cos’è l’Alt Text di un’immagine?

Testo alternativo, alt text o tag alt fanno tutti riferimento alla stessa cosa. Fondamentalmente, è una descrizione leggibile delle immagini del tuo sito web nel caso in cui le stesse non possano essere caricate. Prendi ad esempio questa immagine:

paesaggio dolomiti

Il testo alternativo è “paesaggio Dolomiti”, puoi controllare ispezionando l’elemento  Ci sono due motivi per cui gli alt text sono importanti:

1) Accessibilità: con un’alt text descrittivo, gli screen reader dei visitatori non vedenti sapranno cosa rappresenta ogni immagine.
2) SEO: I tag alt danno ai motori di ricerca un’idea di ciò che rappresentano le tue immagini e possano posizionare meglio i tuoi contenuti.
Nel complesso, non c’è motivo per cui non dovresti includere il tag alt alle tue immagini. Più il tag alt è descrittivo, maggiori sono i vantaggi in quanto quel testo fornisce informazioni aggiuntive utili sia agli utenti che ai motori di ricerca.

Inoltre, aggiungere il testo alternativo alle immagibi è semplice. Se stai utilizzando HTML (o stai lavorando con l’editor di codice WordPress), un tag alt avrà il seguente formato:

<img src=”paesaggio-Dolomiti.png” alt=”paesaggio Dolomiti”>

Il tutto è reso ancora più semplice quando si utilizza il back-end WordPress e la libreria multimediale poiché non è necessario armeggiare con HTML per aggiungere tag alt alle immagini.

Come aggiungere Alt Text a un’immagine in WordPress

Ogni volta che carichi un’immagine su WordPress, sarai in grado di modificarne i metadati, che ti daranno accesso al seguente menu:

tag alt immagini
Sul lato destro ci sono i campi che dovrai compilare : puoi ad esempio modificare il titolo, la didascalia, la descrizione generale e il testo alternativo dell’immagine.

In questo esempio, il testo alternativo adeguato per questa immagine potrebbe essere “lago di montagna”; digita semplicemente una descrizione accurata all’interno del campo corrispondente, salva le modifiche e sei a posto.

Se ti stai chiedendo la differenza tra l’alt text e la didascalia, quest’ultima viene visualizzata sul front-end come descrizione.

Per quanto riguarda il campo Descrizione, contiene informazioni che verranno visualizzate se qualcuno accede direttamente a un URL di immagine. Non è lo stesso del tag Alt Text e, nella maggior parte dei casi, puoi evitare di aggiungere testo al campo Descrizione.

 

Alt Text per le immagini Best Practices

In poche parole, scrivere un buon testo alternativo si riduce a un elemento: essere descrittivo e conciso. Prendi la seguente immagine come esempio:

alt tags best practices

Idealmente, il testo alternativo dovrebbe scendere al di sotto dei 125 caratteri per rispettare il maggior numero di screen reader. Per questa immagine, potresti usare un testo alternativo tipo “Un gatto e un cane giocano nel prato”. È abbastanza descrittivo e arriva dritto al punto, il che lo rende perfetto.

Il testo alternativo ti offre anche l’occasione perfetta per includere le parole chiave che utilizzerai nei tuoi post ed è anche una metrica all’interno dei plugin di WordPress come Yoast SEO. Tieni presente che esagerare con l’inserimento delle parole chiave (in gergo keyword stuffing), anche se nel testo alternativo, potrebbe penalizzarti anzichè portare i risultati sperati. Vale la pena di essere innanzitutto descrittivi, indipendentemente dalla SEO.

Infine, alcune persone commettono l’errore di includere testo come “Uno screenshot di …” o “Un’immagine di …” all’interno dei loro tag alt. Questo è superfluo, poiché i motori di ricerca e gli screen reader sanno già che hanno a che fare con le immagini, quindi la descrizione è tutto ciò che è necessario.

Risolvere l’errore “Mancano gli attributi alt delle immagini” in Yoast SEO

Abbiamo già citato il plug-in Yoast SEO in altri post del blog. Ti fornisce suggerimenti e funzionalità che puoi utilizzare per assicurarti che il SEO del tuo sito sia di prim’ordine.

Quando Yoast rileva il testo alternativo mancante per i file di immagine, ti ricorderà che devi aggiungerli. Se non lo fai sarai comunque in grado di pubblicare il tuo post o la tua pagina, ma perderai tutti i vantaggi di cui abbiamo discusso finora sui tag alt.

Se non hai aggiunto testo alternativo dal Catalogo multimediale, puoi farlo dall’Editor blocchi (Gutemberg) di WordPress. Basta selezionare l’immagine pertinente e apparirà un menu a destra:

tag alt gutemberg

Qui puoi aggiungere o modificare l’alt text della tua immagine in modo simile al Catalogo multimediale. Questo dovrebbe essere eseguito per ogni immagine che carichi. Dopo questa guida diventerà naturale e non ti dimenticherai più di aggiungere nuovamente il testo alternativo.