Affinché il tuo sito WordPress abbia successo, deve fornire un’ottima esperienza utente (UX). Tuttavia, valutare e misurare le prestazioni del tuo sito può essere difficile , soprattutto quando non sei sicuro a quali metriche prestare la massima attenzione.

Fortunatamente, i Core Web Vitals di Google , noti anche semplicemente come Web Vitals o segnali web essenziali, rendono questo compito molto più semplice. Questa raccolta di indicatori di ranking chiave e metriche sul rendimento è un’iniziativa di Google per aiutare a valutare e dare un punteggio all’esperienza di pagina fornita da qualsiasi sito web.

In questo post spiegheremo cosa sono i Google Core Web Vitals, perché sono importanti e come testarli sul tuo sito web. Quindi ti forniremo suggerimenti su come migliorare i Core Web Vitals del tuo sito WordPress .

Iniziamo!

Cosa sono i Core Web Vitals di Google?

I Google Core Web Vitals sono un insieme di metriche sulle prestazioni che misurano la qualità della UX che una pagina web offre ai visitatori. I “Core” Web Vitals sono un sottoinsieme dei “Web Vitals”, un’iniziativa di Google che mira a rendere più semplice per te e altri proprietari di siti la priorità delle metriche più importanti.

Ogni Core Web Vital è misurabile ed ha un ruolo nei segnali di ranking di Google. Google ha chiarito che questi Web Vitals si espanderanno e si evolveranno nel tempo. Tuttavia, quelli attuali si concentrano principalmente su tre aspetti chiave della UX :

  1. Caricamento
  2. Interattività
  3. Stabilità visiva

Ciascuno di questi aspetti ha la sua rispettiva metrica:

  • Largest Contentful Paint (LCP) misura il tempo di caricamento percepito o il tempo necessario per visualizzare il contenuto principale del tuo sito web. Idealmente, LCP dovrebbe verificarsi entro 2,5 secondi dall’inizio del caricamento iniziale della pagina.
  • Il First Input Delay (FID) è una metrica per l’interattività. Le pagine che forniscono un’esperienza utente solida in genere hanno un punteggio FID non superiore a 100 milliseconds (ms).
  • Cumulative Layout Shift (CLS) misura la stabilità visiva, ovvero il modo in cui gli utenti sperimentano cambiamenti imprevisti nel layout del tuo sito. Per prestazioni ottimali, questa metrica deve essere inferiore a 0,1.

Google ora considera queste misurazioni della velocità della pagina e della prima interazione dell’utente come indicatori importanti dell'”esperienza di pagina” di un sito. Infatti, da Giugno di quest’anno Google ha introdotto un nuovo fattore di ranking, Page Experience , per combinare i segnali esistenti con i Core Web Vitals.

Perché i Core Web Vitals sono importanti?

In qualità di proprietario di un sito web, fornire una UX di qualità è fondamentale per il successo del tuo business online . Una UX scadente, come quella causata da tempi di caricamento lenti o navigazione complessa, può portare a un aumento delle frequenze di rimbalzo e a un maggiore abbandono del carrello.

I Core Web Vitals sono importanti perché ti aiutano a misurare le prestazioni del tuo sito WordPress. Forniscono metriche concrete che puoi monitorare e testare per valutare l’esperienza utente del tuo sito e quindi apportare miglioramenti, se necessario.

Inoltre, i Core Web Vitals sono metriche che Google esamina per determinare e valutare l’esperienza e il rendimento della tua pagina . Come accennato nella sezione precedente, ciò include la velocità di caricamento della pagina, il fatto che una pagina sia interattiva o meno e la stabilità della pagina.

Ad ogni modo, poiché l’esperienza della pagina diventa un fattore di ranking ufficiale, Google combinerà questi Core Web Vitals con altri segnali esistenti, come:

  • HTTPS
  • Compatibilità con i dispositivi mobili
  • Mancanza di pop-up invadenti
  • Navigazione sicura

Inoltre, poiché ciascuno dei Core Web Vitals è un segnale di ranking, svolgono anche un ruolo importante nell’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO). Controllare per vedere come il tuo sito web si comporta sui Core Web Vitals non solo può aumentare la sua UX, ma può anche aiutare il tuo sito a posizionarsi più in alto nelle ricerche pertinenti.

Core Web Vitals Test: come si misura il mio sito web?

Esistono diversi strumenti che puoi utilizzare per misurare, testare e segnalare i tuoi Core Web Vitals. Ciò include Google PageSpeed ​​Insights , Google Search Console , l’ estensione Web Vitals e altro ancora. Diamo un’occhiata ai vantaggi di ciascuna opzione, nonché a come e quando utilizzarla:

  • Google Page Speed ​​Insights
  • Google Search Console
  • L’estensione Chrome Web Vitals
  • Strumenti di sviluppo di Chrome (LightHouse)
  • WebPageTest

Controlla i Core Web Vitals con Google PageSpeed ​​Insights

Se non hai familiarità con questa prima soluzione, PageSpeed ​​Insights è uno strumento molto conosciuto che puoi utilizzare per verificare la velocità e le prestazioni delle tue pagine web:

La homepage di pagespeed Insight per testare i Core Web Vitals

Tuttavia, può anche essere utile per misurare i tuoi Web Vitals . Questo strumento fornisce un report completo che include field e lab data nonché le metriche chiave che costituiscono i Core Web Vitals (LCP, FID e CLS).

Per usarlo, inserisci semplicemente il tuo URL nel campo di input e fai clic sul pulsante Analizza. I Web Vital che cerchi saranno elencati nella sezione Dati reali :

Dati di Pagespeed Insight

Una delle cose che ci piace di più di PageSpeed ​​Insights è che ti fornisce diagnostica e opportunità su come migliorare il tuo sito per velocità e prestazioni migliori:

Pagespeed Insight: opportunità su come migliorare il tuo sito per velocità e prestazioni migliori:

Un altro vantaggio di questo strumento è che si basa su dati reali del browser . L’utilizzo di PageSpeed ​​Insights ti consente di capire rapidamente la situazione il tuo sito in termini di Core Web Vitals. Quindi ti fornisce alcuni semplici passaggi che puoi eseguire per risolvere eventuali problemi con il tuo sito che potrebbero contribuire a punteggi migliori.

Google Search Console

Il prossimo strumento da aggiungere al tuo arsenale per testare e misurare i tuoi Web Vitals è Google Search Console :

Google ha recentemente aggiunto un nuovo rapporto Core Web Vitals a cui puoi accedere. Supponendo che tu abbia verificato la proprietà del tuo sito web e utilizzi Google Search Console, sarai in grado di individuare e aprire questo report, basato su utenti reali, nella sezione Miglioramenti :

il report Core Web Vitals su Search Console

Questo rapporto può aiutarti a identificare e conoscere potenziali problemi sulle pagine del tuo sito web che stanno danneggiando i tuoi Web Vitals e la UX complessiva. Ti aiuta anche a individuare i gruppi di pagine del tuo sito che sono interessati dagli stessi problemi.

I dati sia in PageSpeed ​​Insights che in Google Search Console sono raccolti dal report Chrome User Experience (CrUX) . Tuttavia, un vantaggio dell’utilizzo di Google Search Console è che ti consente di controllare i dati LCP sull’intero sito, piuttosto che analizzare le singole pagine a caso.

L’estensione Chrome Web Vitals

Google Chrome dispone anche di un’estensione che puoi utilizzare per accedere ai tuoi Web Vital:

L'estensione Google Core Web Vitals.

L’ estensione Web Vitals per Chrome è gratuita e semplifica la risoluzione dei problemi che potresti incontrare in merito a FID o CLS. Puoi usarlo sul tuo sito web e mentre navighi in Internet.

Questa estensione leggera misura ogni metrica utilizzando la libreria web-vitals e te li mostra nel tuo browser. Fornisce un modo rapido e semplice per visualizzare le prestazioni del tuo sito e dei siti web dei tuoi concorrenti.

Per iniziare a utilizzarlo, visita il Chrome Web Store e cerca l’app. Una volta trovato, fare clic sul tasto Add to Chrome . Quando viene visualizzato il popup di conferma, seleziona Aggiungi estensione :

Aggiunta dell'estensione Chrome Web Vitals.

Una volta installata l’estensione, verrà aggiunto un quadrato nell’angolo in alto a destra del browser Chrome. Quando sei su un sito web, puoi cliccare sul quadratino e i tre Core Web Vitals appariranno in una finestra:

L'anteprima dell'estensione Web Vitals in un browser Chrome.

Nota che il colore del quadrato cambierà a seconda delle prestazioni dei Web Vitals. Ad esempio, se tutto rientra in un intervallo accettabile, il quadrato sarà verde. Se una o più metriche indicano una UX scadente, sarà rosso (così come la metrica che richiede la tua attenzione). Se l’estensione non è in grado di accedere e testare il sito in cui ti trovi, il quadrato sarà invece grigio.

Questa è una semplice estensione che fornisce informazioni dirette e di base. Sebbene non siano disponibili molte informazioni oltre alle metriche, è un modo semplice per ottenere questi dati al volo.

Strumenti di sviluppo di Chrome

Per uno sguardo più dettagliato a queste metriche, puoi utilizzare Chrome DevTools (e, più specificamente, Lighthouse ) per misurare i tuoi Core Web Vitals in un ambiente di prova :

La scheda Lighthouse in Chrome DevTools.

Ad ogni modo, questo metodo dovrebbe essere utilizzato principalmente per misurare LCP e CLS. Considerando che questo strumento carica le tue pagine in un ambiente simulato senza alcun input da parte dell’utente reale, non può fornire misurazioni per FID . Invece, utilizza una metrica simile chiamata Total Blocking Time (TBT).

WebPageTest

Il nostro strumento finale che puoi utilizzare per misurare e raccogliere informazioni sui tuoi Web Vitals è WebPageTest :

Il sito WebPageTest.org per misurare i core web vitals

Questa piattaforma indipendente offre report per vari aspetti del tuo sito WordPress, inclusi i Web Vitals. Può essere particolarmente utile per ottenere informazioni sulle prestazioni e sulla UX del tuo sito su vari dispositivi mobili e desktop e condizioni di rete.

Dopo aver inserito l’URL del tuo sito web, puoi fare clic sul pulsante Web Vitals e poi su Avvia test per iniziare. Puoi anche selezionare una posizione da cui eseguire il test e il browser che desideri utilizzare.

Nella pagina dei risultati è presente una sezione dedicata ai Web Vitals :

I risultati di un WebPageTest

Qui puoi vedere come il tuo sito WordPress testa ciascuna di queste metriche. Se uno di questi è evidenziato in rosso, saprai che devi lavorare per migliorare il tuo punteggio per quella metrica.

Inoltre, se scorri verso il basso, noterai che la pagina dei risultati mostra viste dettagliate delle richieste fatte durante il test. Lì, puoi ottenere informazioni più specifiche su quali pagine e contenuti del tuo sito stanno abbassando questi punteggi.

Come migliorare i tuoi Core Web Vital in WordPress

Ora che hai capito qualcosa in più sui Core Web Vitals e perché sono importanti per il tuo sito WordPress, è tempo di vedere come puoi migliorare il tuo. Dopo aver testato i tuoi Web Vital, dovresti avere un quadro più chiaro di quali metriche potrebbero essere migliorate.

Diamo un’occhiata ai vari modi in cui puoi migliorare i Core Web Vitals sul tuo sito WordPress .

  • Come migliorare Largest Contentful Paint (LCP)
  • Come migliorare First Input Delay (FID)
  • Come migliorare Cumulative Layout Shift (CLS)

Come migliorare Largest Contentful Paint (LCP)

Se i tuoi contenuti impiegano molto tempo per essere caricati, aumenta la possibilità che gli utenti si sentano frustrati e lascino il tuo sito. Pertanto, se stai ottenendo punteggi LCP scarsi (qualsiasi cosa più lunga di un paio di secondi) è fondamentale adottare le misure necessarie per migliorare questa metrica.

Naturalmente, la soluzione che utilizzerai dipenderà dalla causa del punteggio scarso. Ci sono una serie di motivi per cui potresti avere a che fare con problemi di LCPAlcuni dei problemi più comuni includono un server lento, nonché JavaScript e CSS che bloccano il rendering.

Alcuni metodi che puoi utilizzare per migliorare LCP sono:

  • Elimina gli elementi di grandi dimensioni . Se hai utilizzato PageSpeed ​​Insights per testare il tuo sito web, ti avviserà se c’è un elemento specifico di dimensione più grande nella tua pagina che crea il problema. In tal caso, puoi considerare di rimuoverlo (o ridurlo) per aiutare a migliorare la metrica LCP.
  • Minimizza il blocco di JavaScript e CSS . Ridurre il numero di risorse sul tuo sito che contengono CSS e JavaScript bloccanti può ridurre il tempo necessario per caricare completamente il contenuto principale della tua pagina.
  • Sfrutta il lazy loading . Il lazy loading si verifica quando le immagini su una pagina vengono caricate solo dopo che un utente le scorre verso il basso, consentendo di ottenere LCP a una velocità maggiore. Puoi farlo con plugin come WP Rocket .
  • Utilizzare una content delivery network (CDN) . Una CDN è una rete di server che carica i contenuti del tuo sito da un data center nelle immediate vicinanze dei tuoi visitatori. 

Se nessuna delle raccomandazioni di cui sopra aiuta a migliorare la tua metrica LCP, potrebbe essere il momento di aggiornare il tuo web hosting. In genere, con un hosting di qualità superiore puoi aspettarti prestazioni complessive del sito migliori.

Come migliorare First Input Delay (FID)

Come ricorderai, il tempo ideale per il FID è 100 ms o meno . Pertanto, se il tuo sito impiega più tempo, è probabile che la tua UX ne risenta.

Il metodo più efficace per migliorare il FID è ottimizzare i tuoi JavaScript . Ci sono vari modi per farlo.

Una tattica comune è ridurre al minimo o rinviare il caricamento dei JavaScript . Ciò consentirà ai visitatori di interagire con il tuo sito web mentre JavaScript è ancora in fase di caricamento nel browser. Puoi farlo usando un plugin come Async JavaScript :

Questo plugin gratuito ti consente di eliminare JavaScript che bloccano il rendering nei tuoi contenuti above the fold. Questo non solo può aiutare a migliorare FID, velocità della pagina e UX, ma può anche aumentare il posizionamento nei motori di ricerca.

Un altro modo per migliorare il FID è rimuovere gli script di terze parti non necessari . Troppi script possono intasare la tua rete e portare a tempi di risposta più lenti.

Infine, potresti prendere in considerazione l’utilizzo della memorizzazione nella cache del browser . Semplificando il caricamento dei contenuti del tuo sito nei browser degli utenti, laa cache può velocizzare le attività JavaScript .

Come migliorare Cumulative Layout Shift (CLS)

Se gli elementi su una pagina web si spostano durante il caricamento della stessa, spesso si ottiene un CLS elevato, il che non è positivo. L’instabilità visiva può portare un utente a fare clic sull’elemento sbagliato o semplicemente a rimanere confuso sul motivo per cui gli elementi si sono spostati una volta che la pagina è stata caricata completamente.

Idealmente, il tuo CLS non dovrebbe essere superiore a 0.1 . Se è più alto, puoi fare alcuni passaggi per migliorarlo.

Il primo è specificare le dimensioni delle immagini . Se non hai impostato gli attributi per la lunghezza e la larghezza delle tue immagini , questo può far aumentare il tuo punteggio CLS. Lo stesso vale per qualsiasi media, come GIF, video e infografiche.

Un’altra considerazione importante sono gli annunci dinamici. Tutti gli annunci inclusi nel tuo sito web dovrebbero avere il proprio spazio riservato che non sia eccessivamente invadente per l’esperienza di visualizzazione dell’utente. Ad esempio, inserire annunci di grandi dimensioni nella parte superiore della pagina può rendere più difficile la lettura del contenuto.

Un terzo modo per migliorare il tuo punteggio CLS è riservare un posto fisso per incorporamenti e iframe nelle tue pagine. Se questi elementi non hanno dimensioni definite, possono spostarsi e influenzare il layout della pagina quando vengono caricati, vanificando infine la sua UX.

Domande frequenti (FAQ)

Come posso trovare il report sui miei Core Web Vitals?

Puoi accedere al tuo report Core Web Vitals in Google Search Console (supponendo che tu abbia già un account). 
Se non hai già configurato un account Search Console e verificato la proprietà del tuo sito, ti consigliamo di iniziare da lì. 
Per individuare il report, accedi alla sezione Esperienza>Segnali web essenziali . 
Oltre a Google Search Console, puoi utilizzare altri strumenti per misurare i Web Vital, come Google PageSpeed ​​Insights, l’estensione Web Vitals per Chrome e lo strumento online WebPageTest.

Quando “Page Experience” diventerà un segnale di ranking ufficiale Google?

Questi cambiamenti sono già stati implementati a partire da Giugno 2021.
Ottimizzare il tuo sito WordPress il prima possibile per queste importanti metriche dovrebbe metterti davanti ai tuoi concorrenti e aiutarti a far crescere la tua attività .

Qual è la differenza tra dati reali e dati di prova

Quando testerai il tuo sito web e analizzerai i tuoi Core Web Vitals, probabilmente ti imbatterai in diversi tipi di dati a seconda dello strumento particolare che stai utilizzando. 
Ad esempio, con PageSpeed ​​Insights, il tuo rapporto conterrà sia dati reali che dati di prova, mentre con Chrome DevTools riceverai solo dati di prova
Quindi, qual è la differenza tra i due ? 
In parole povere, i dati reali si basano su utenti e browser reali. 
I dati di prova, invece, sono dati sintetici raccolti da ambienti simulati. 
È importante notare che il FID non può essere misurato in ambienti di prova

Conclusione

Uno degli aspetti critici della gestione di un sito WordPress è assicurarsi di fornire una UX positiva ai tuoi utenti. La UX infatti non influenza solo le tue conversioni e le frequenze di rimbalzo, ma ha anche un impatto importante sulla SEO. Questo è il motivo per cui ti consigliamo di prestare molta attenzione ai Core Web Vitals di Google (LCP, FID e CLS) per ottimizzare il tuo sito web.

Come abbiamo visto in questo post, queste metriche sul rendimento sono essenziali per valutare lla page experience che i visitatori avranno sul tuo sito . Puoi utilizzare strumenti come Google PageSpeed ​​Insights , Google Search Console e l’ estensione Web Vitals per testare il tuo sito web, misurare i tuoi Web Vitals e apportare le modifiche necessarie per migliorare i tuoi punteggi.

Se hai bisogno di aiuto per mantenere e ottimizzare il tuo sito WordPress , possiamo aiutarti. Dai un’occhiata ai nostri piani di assistenza !

Dai servizi di ottimizzazione della velocità, alle modifiche illimitate del sito Web, alla sicurezza, all’assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7 i nostri esperti sono a tua disposizione. 

Buon lavoro!