Ti è mai successo di controllare il tuo sito WordPress e scoprire che il tuo tema non funzionava, una funzionalità del plugin era bloccata o le principali funzionalità spostate e modificate? In tal caso, potresti essere rimasto sorpreso di scoprire che la colpa era degli aggiornamenti automatici di WordPress.

Per evitare questo problema, puoi disabilitare gli aggiornamenti automatici in WordPress. Ciò ti fornisce maggiore controllo sul tuo sito e ti consente di testare gli aggiornamenti per la compatibilità ed evitare modifiche potenzialmente indesiderate alle funzionalità . Ovviamente, significa anche che dovrai aggiornare manualmente il tuo sito per correggere potenziali falle di sicurezza.

In questo articolo, vedremo perché potresti voler disabilitare gli aggiornamenti automatici di WordPress e mostreremo come farlo usando il codice o un semplice plugin.

Immergiamoci subito!

Perché disabilitare gli aggiornamenti automatici di WordPress?

In generale, gli aggiornamenti automatici di WordPress sono una buona cosa e consigliamo alla maggior parte degli utenti di lasciarli abilitati. Tuttavia, in alcuni casi potrebbe essere utile disabilitare alcuni o tutti gli aggiornamenti automatici. 

Il motivo principale per disabilitare gli aggiornamenti automatici di WordPress è che a volte possono danneggiare un sito web. La maggior parte delle volte, gli aggiornamenti vengono accuratamente testati e non ci saranno problemi ad eseguirli. Ciò è particolarmente vero con il core di WordPress, così come con molti temi e plugin popolari.

Detto questo, gli sviluppatori non possono assolutamente testare il loro software con ogni possibile combinazione di plugin e temi. Se sono installati strumenti creati per una determinata versione di WordPress o che si basano su altri plugin, un aggiornamento può causare problemi di compatibilità agli altri. In rari casi, ciò potrebbe causare una reazione a catena che blocca l’intero sito web o ne compromette la funzionalità.

Un altro potenziale problema con gli aggiornamenti automatici sono le modifiche alle funzionalità indesiderate. Se ricordi il lancio dell’ editor a blocchi di WordPress, precedentemente noto come Gutenberg, probabilmente ricordi anche la controversia che lo ha circondato. Nonostante l’abbondanza di preavviso, molti utenti hanno subito interruzioni nei loro flussi di lavoro perché non erano preparati a quell’aggiornamento.

Per questi motivi, se il tuo sito è parte vitale della tua attività, la prassi migliore consiste nel rivedere e testare gli aggiornamenti prima di applicarli al tuo sito live.

Pro e contro della disabilitazione degli aggiornamenti automatici di WordPress

Prima di andare avanti, tuttavia, è importante essere consapevoli che disabilitare gli aggiornamenti automatici di WordPress presenta vantaggi e svantaggi.

Esploriamo le considerazioni più importanti in modo più dettagliato.

Vantaggi della disabilitazione degli aggiornamenti automatici

  • Hai un maggiore controllo sulle modifiche al tuo sito web.
  • Puoi assicurarti che tutti i tuoi plugin e temi funzionino con i nuovi aggiornamenti, evitando così errori del sito e funzionalità fuori uso.
  • Non devi preoccuparti che gli aggiornamenti di temi e plugin sovrascrivano le modifiche manuali che hai apportato.

Contro della disabilitazione degli aggiornamenti

  • Potresti perdere importanti aggiornamenti di sicurezza, lasciando il tuo sito web vulnerabile.
  • La revisione e l’applicazione manuale degli aggiornamenti può richiedere molto tempo, soprattutto se si hanno più siti da tenere aggiornati.

Come disabilitare gli aggiornamenti automatici di WordPress tramite codice

Puoi disattivare gli aggiornamenti automatici per i file del core, i plugin e i temi di WordPress semplicemente aggiungendo alcuni snippet di codice.

Ecco come.

Passo 1: Aggiungi codice al tuo file wp-config.php

Per disattivare gli aggiornamenti automatici del core di WordPress, devi aggiungere il seguente codice al tuo file wp-config.php :

define( 'WP_AUTO_UPDATE_CORE', false );

Per accedere al file, dovrai utilizzare una soluzione FTP (File Transfer Protocol) (consigliamo il client FileZilla gratuito ) o il file manager nel cPanel del tuo hosting web

Una volta che hai accesso ai file del tuo sito, puoi trovare il file wp-config.php nella directory principale del sito. Apri il file e aggiungi lo snippet di codice verso la fine, proprio sopra la riga che dice /* That’s all, stop editing! Happy blogging. */:

Come aggiungere codice al file wp-config per disabilitare gli aggiornamenti automatici di WordPress

Da questo momento WordPress non installerà più gli aggiornamenti automaticamente. Tuttavia, ciò si applica solo all’installazione di base. Se desideri disabilitare anche gli aggiornamenti per plugin e temi, procedi al passaggio successivo.

Passaggio 2: disabilita gli aggiornamenti automatici aggiungendo il codice

Per interrompere l’aggiornamento automatico di plugin e dei temi, è necessario aggiungere una riga di codice al file functions.php del tema. Non hai bisogno di un browser di file o di un client FTP per questo: puoi accedere a questo file dalla dashboard di WordPress e navigando su Aspetto> Editor del tema

Come disabilitare gli aggiornamenti automatici aggiungendo il codice del filtro utilizzando la modifica dei temi  WordPress

Seleziona il tuo tema e apri function.php dall’elenco a destra. Quindi, per disabilitare gli aggiornamenti automatici del plugin, aggiungi il seguente codice in fondo al file:

add_filter( 'auto_update_plugin', '__return_false' );

Per disattivare gli aggiornamenti per i temi, usa questo codice:

add_filter( 'auto_update_theme', '__return_false' );

Se desideri disattivarli sia per il tema che per i plugin che stai utilizzando, aggiungi semplicemente entrambe le righe:

Come disattivare gli aggiornamenti per temi e plugin che stai utilizzando in WordPress

Ora hai gli aggiornamenti automatici disattivati ​​per core, temi e plugin di WordPress. Puoi mescolarli e abbinarli in qualsiasi combinazione desideri, al fine di creare una soluzione di aggiornamento che funzioni per te.

Come disabilitare gli aggiornamenti automatici di WordPress con un plugin

Se preferisci utilizzare un plugin per disabilitare gli aggiornamenti invece del codice, puoi farlo. Tutto quello che devi fare è installare e attivare un plugin di gestione degli aggiornamenti WordPress e configurare le tue preferenze.

Passaggio 1: scarica un plugin di Update Manager

Sono diversi i plugin per aiutarti a gestire gli aggiornamenti di WordPress, ma noi consigliamo Easy Updates Manager:

Questa soluzione ti consente di gestire facilmente gli aggiornamenti per l’intero sito WordPress, inclusi file core, temi e plugin. Funziona anche con installazioni multisito di WordPress.

Per installare il plugin, vai alla dashboard di WordPress e vai a Plugin> Aggiungi nuovo. Cerca “Easy Updates Manager” che dovrebbe essere la prima opzione. Fare clic su Installa e quindi su Attiva.

Passaggio 2: configura le opzioni di aggiornamento

Easy Updates Manager offre un controllo granulare sugli aggiornamenti del tuo sito. Per configurare le opzioni, vai alla dashboard di WordPress e fai clic sul nuovo collegamento Opzioni di aggiornamento nella barra laterale:

Dove configurare le opzioni di aggiornamento nel menu di WordPress

Questo ti porterà alle impostazioni di Easy Updates Manager. Se desideri disattivare tutti gli aggiornamenti, attiva semplicemente l’opzione “Disabilita tutti gli aggiornamenti”:

Come attivare "disabilita tutti gli aggiornamenti" in Easy Updates Manager

Puoi anche alternare singole categorie, come plugin, temi, core di WordPress e traduzioni. Se il controllo non è ancora sufficiente, puoi entrare in ogni categoria e impostare le preferenze per ogni tema e plugin individualmente:

Il menu di configurazione del plugin Easy Update Manager

Non è necessario salvare queste modifiche quando hai finito. Imposta le tue preferenze come preferisci e avranno effetto automaticamente.

Conclusione

Se hai bisogno di maggiore controllo sul tuo sito, la disabilitazione degli aggiornamenti automatici di WordPress può fornirtelo. Ciò ti consente anche di controllare i plugin prima di installarli, per garantire la compatibilità e massimizzare il tempo di attività sul tuo sito.

Buon lavoro!