Come creare un Chatbot per WordPress

Pubblicato in data 26 Ottobre 2019 Categoria Consigli WordPress

Come creare un chatbot per wordpress

Rispondere a domande comuni via e-mail può essere una grande risorsa per le piccole imprese. Se fatichi a tenere il passo con le richieste di comunicazione dei clienti o hai la sensazione di perdere opportunità di coinvolgimento online, potresti chiederti se esiste un modo migliore per connettersi.

Per fortuna esiste una forma accessibile di Intelligenza Artificiale (AI) che può aiutare e che è prontamente disponibile per l’uso con WordPress.

Un “chatbot” (diverso da un sistema di live chat ) può fornire un potente servizio sul tuo sito web ed aiutarti a offrire opzioni di comunicazione accattivanti ai tuoi clienti.

In questo articolo, forniremo una breve panoramica dei chatbot. Tratteremo anche due modi diversi per integrarli  sul tuo sito web.

C’è molto di cui parlare, quindi diamoci subito da fare!

 

Una breve panoramica dei chatbot

È probabile che tu abbia visto e interagito con un chat bot nella tua vita quotidiana.

Forse ti sei occupato dell’assistenza clienti automatizzata o hai persino completato una transazione tramite una di quelle piccole caselle pop-up su di un sito web:

esempio chatbot

Un chatbot può fare molte cose, come:

  • Tenere conversazioni di base con i visitatori del sito web
  • Fornire informazioni
  • Indirizzare gli utenti verso risorse chiave.
  • Raccogliere dati
  • Portare consapevolezza a un particolare invito all’azione (CTA)
  • E altro ancora…

Inoltre, la tecnologia utilizzata per creare queste applicazioni è diventata più accessibile e intuitiva negli ultimi anni.

Tipi di chatbot

I chatbot hanno un’ampia varietà di usi. Dalle risposte dell’assistenza clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7 alle informazioni sulle vendite e al marketing, probabilmente sarai in grado di trovare un modo in cui i chatbot possano essere utili per te.

Esistono anche diversi tipi di chatbot da considerare, tra cui:

  • Menu e pulsanti. Questa è l’opzione chatbot più semplice. Può essere semplice ma efficace nella gestione delle domande più frequenti.
  • Contestuale. Questo è di gran lunga il chatbot più sofisticato dei tre tipi. I chatbot contestuali usano spesso una combinazione di Machine Learning (ML) e AI. Ascolteranno e capiranno ciò che gli utenti dicono loro e useranno quell’esperienza per imparare e crescere nel tempo.
  • Basato sul riconoscimento delle parole chiave. Questi tipi di chatbot sono più simili a un motore di ricerca conversazionale incorporato in una finestra di chat. Usano parole chiave selezionate per restituire una risposta che potresti cercare.

Esistono anche chatbot che combinano alcune di queste tecnologie. È possibile che un chatbot di parole chiave implementi alcune opzioni dei pulsanti di menu, ad esempio, per aiutare a superare eventuali problemi di ridondanza delle parole chiave.

Creazione di un chatbot mediante WP Chatbot

Se lo desideri, puoi aggiungere un chatbot al tuo sito WordPress con un plugin come WP Chatbot .

Realizzato sull’applicazione Facebook Messenger, questo strumento offre l’accesso a oltre 1,3 miliardi di utenti di messaggistica sul social network più popolare.

Vediamo come funziona.

Passaggio 1: installare e attivare WP Chatbot

Il tuo primo passo sarà passare a Plugin > Aggiungi nuovo > Cerca plugin nella dashboard di WordPress:

Aggiungi plugin wp chatbot in wp admin

Dopo aver cercato e trovato il plugin WP Chatbot, dovrai installarlo e attivarlo :

plugin wp chatbot

Una volta completata l’attivazione, avrai ancora un paio di passaggi da completare prima di impostare il chatbot.

Passaggio 2: collega WP Chatbot al tuo account Facebook

Innanzitutto, dovrai accettare di connetterti al tuo account Facebook facendo clic su Continue as: :

Connessione MobileMonkey chatbot e Facebook

Successivamente, dovrai accettare i termini di utilizzo facendo clic su OK o selezionare l’icona Chose what you allow per personalizzare le impostazioni di condivisione:

Autorizzazioni MobileMonkey chatbot e Faceboook

Nella tua dashboard di WordPress, vedrai un elenco di pagine di Facebook associate al tuo account.

Puoi scegliere quale verrà utilizzata da questo chatbot facendo clic su Select al nome della pagina:

MobIleMonkey Impostazioni di Facebook

Una volta completato, inizierai a personalizzare il tuo bot nella pagina di configurazione di chatbot.

Passaggio 3: sviluppa le risposte

In questo passaggio, sarai in grado di creare un messaggio di benvenuto che verrà visualizzato quando accoglierai i tuoi utenti :

Crea messaggi di benvenuto in Mobile Monkey

Puoi personalizzare questo messaggio per i tuoi utenti in modo che vengano accolti con un saluto più personale e coinvolgente.

Potrai quindi scorrere la pagina verso il basso fino all’opzione successiva.

Puoi anche attivare il “servizio di risposta” che può essere personalizzato per raccogliere immediatamente determinate informazioni, in modo da non perdere i dettagli di contatto di nessuno:

Servizi di risposta MobileMonkey

Successivamente, hai la possibilità di personalizzare le domande del lead qualifier per ottenere preziose informazioni sui potenziali clienti:

Qualificatore di lead MobileMonkey

Esistono diverse altre opzioni per personalizzare il tuo bot. Alcuni di esse richiedono l’aggiornamento del plugin alla versione premium, ma ci sono abbastanza funzionalità nella versione gratuita per iniziare.

Passaggio 4: prova il tuo bot

Dopo aver aggiunto le domande, puoi scorrere fino all’inizio della pagina e fare clic su Test your Chatbot per vedere se la tua configurazione funziona:

test di MobileMonkey

Se imposti un’opzione di parola chiave per il servizio di risposta, sarai in grado di testarlo quando il chatbot appare sullo schermo.

Ad esempio, se impostiamo una parola chiave come “prezzi” e la risposta come “Abbiamo molti piani per soddisfare ogni budget, inclusa un’opzione gratuita!”, è ciò che dovremmo vedere se chiediamo al bot i prezzi:

test di MobileMonkey

Una volta che sei soddisfatto del test e delle impostazioni, puoi passare ad altre schede nell’area di configurazione.

Ad esempio, puoi cambiare i colori del tuo chatbot o selezionare determinate pagine del tuo sito web in cui non vuoi che appaia il bot.

Inoltre, puoi vedere tutti i nuovi lead che hanno interagito con il chatbot e decidere quale sarà la tua prossima azione!

Creazione di un chatbot mediante IBM Watson Assistant

Un altro modo per creare un chatbot per il tuo sito web è utilizzare IBM Watson Assistant .

Questa sofisticata IA è disponibile gratuitamente tramite IBM Cloud.

Sebbene non sia così semplice come lo strumento precedente, Watson è molto versatile e impara di più ad ogni utilizzo.

Passaggio 1: crea un account IBM Cloud

Per iniziare a utilizzare IBM Watson AI, è necessario visitare il sito web di Watson Assistant e creare un account IBM Cloud:

Sito Web di Waston Assistant

Puoi farlo gratuitamente o esplorare alcune delle altre opzioni a pagamento.

Passaggio 2: crea una risorsa cloud IBM

Dopo aver creato e confermato il tuo account controllando la tua e-mail per un collegamento di conferma, puoi accedere alla dashboard di IBM Cloud e fare clic su create resource :

IBM fornisce molte risorse informative per l’utilizzo della sua AI di Watson Assistant e la sua interfaccia di creazione è piuttosto intuitiva.

Nella schermata successiva, vedrai il catalogo IBM Cloud.

Puoi utilizzare l’indice sul lato sinistro per scegliere AI o semplicemente scorrere verso il basso fino a visualizzare l’opzione Assistente Watson:

Catalogo IBM Cloud

Nella schermata successiva, vedrai una nuova opzione create :

Crea IBM Watson Assistant chatbot

Per impostazione predefinita, il tuo assistente Watson verrà creato con un nome predeterminato e probabilmente vorrai cambiarlo.

Puoi farlo facendo clic sui tre punti verticali nell’angolo in alto a destra dello schermo e scegliendo l’opzione Rename service :

Rinomina Assistente Watson

Si aprirà una finestra pop-up con un semplice campo in cui potrai inserire il nome del tuo chatbot. Al termine fai clic su Save:

Modifica il popup del nome del servizio per modificare il nome di Watson Assistant

Ora puoi passare alla programmazione del tuo Watson Assistant.

Passaggio 3: avvia Watson Assistant

Nella dashboard, vedrai che il nome del tuo chatbot è cambiato.

È quindi possibile selezionare Launch Watson Assistant per iniziare a sviluppare set di domande e risposte:

Avvia Watson Assistant

Nella schermata successiva avrai la possibilità di fare un tour di questa parte del processo.

Esistono otto diverse aree della pagina su cui ottenere maggiori informazioni durante il tour.

Passaggio 4: crea la tua prima skill

Successivamente, puoi fare clic su Create your fiirst skill per iniziare:

Crea la prima skill in Watson Assistant

A questo punto, puoi creare un elenco di esempi da associare a un Intento specifico. L’ intento è come definire l’obiettivo del chatbot.

Puoi utilizzare il catalogo Watson Assistant per trovare alcune opzioni o semplicemente crearne uno tuo.

Passaggio 5: prova il tuo bot

Una volta che sei soddisfatto del tuo elenco di intenti ed esempi, puoi selezionareTry it! nell’angolo in alto a destra dello schermo per testare il tuo nuovo chatbot di Watson Assistant:

Prova il bot di IMB Watson Assistant

In questo modo verranno visualizzate le opzioni per testare e correggere eventuali problemi.

Di tanto in tanto vedrai un messaggio che dice che Watson si sta “allenando”.

Ciò significa che l’IA sta elaborando le nuove informazioni, in modo che possa imparare a dare risposte ancora migliori.

Quando sei soddisfatto del funzionamento del tuo chatbot, puoi utilizzare il menu Integrazioni o il plugin WordPress di Watson Assistant per aggiungere il chatbot al tuo sito web.

Conclusione

Se stai cercando modi per creare esperienze coinvolgenti per i tuoi clienti, i chatbot sono un modo divertente per aggiungere qualcosa di nuovo al tuo sito web.

Come hai visto, ci sono diversi strumenti flessibili e di facile apprendimento che possono aiutarti a implementare questa tecnologia.