Quando si tratta di creare fiducia nel tuo sito WordPress, uno degli elementi più importanti è la sicurezza. Ciò include la protezione dagli attacchi di SQL Injection che potrebbero compromettere il tuo sito e lasciare esposti dati preziosi (sia i tuoi che quelli dei tuoi utenti).

Fortunatamente, ci sono molti modi per proteggere te stesso e il tuo sito. Prendendo le dovute precauzioni, come evitare l’SQL dinamico, usare un firewall, cifrare i dati confidenziali e così via, potrai garantire la sicurezza del tuo sito WordPress.

In questo articolo, ti mostreremo come proteggerti dagli attacchi di SQL injection ed esamineremo alcuni plugin che puoi utilizzare per aumentare ulteriormente la sicurezza del tuo sito WordPress.

Iniziamo!

Che cos’è un attacco SQL Injection?

Un attacco di SQL injection è un codice dannoso che viene solitamente iniettato nei campi di immissione dati. Anche se WordPress ha fatto di tutto per garantire che la piattaforma fosse protetta da tali attacchi, il tuo sito potrebbe essere ancora vulnerabile. In effetti, qualsiasi parte del tuo sito in cui una persona può inviare contenuti o dati potrebbe essere vulnerabile. Si pensi ad esempio ai moduli di contatto, sezioni di commenti e persino quiz.

Una volta che un utente malintenzionato ha violato il tuo sito, può ottenere l’accesso al database e compromettere il tuo sito web con codice dannoso. Nel 2016, ad esempio un gruppo di hacker russi è stato in grado di ottenere informazioni sugli elettori statunitensi (nomi, indirizzi e persino numeri di previdenza sociale) attraverso un semplice attacco di SQL injection.

Esempi di un attacco SQL

Gli attacchi SQL injection possono assumere diverse forme. Gli hacker possono seguire singoli siti web e blog o istituzioni più grandi come le banche. In quest’ultimo caso, una volta entrati possono modificare i saldi dei conti o la cronologia delle transazioni. Anche dopo che il danno è stato riparato, la banca dovrà informare i propri clienti, il che può essere molto dannoso per la sua reputazione.

Per un altro esempio di vita reale degli attacchi di SQL injection in azione, basta guardare al settore dei giochi. In effetti, molti attacchi di SQL injection si concentrano sui videogiochi , una delle industrie più grandi e redditizie in circolazione. 

La maggior parte degli attacchi riguarda aziende statunitensi, ma anche altri paesi, come Germania e Regno Unito, sono al centro dell’attenzione degli hacker. Una volta all’interno di un gioco, gli aggressori possono rubare denaro, valuta di gioco, oggetti acquistati e altro, e costare all’azienda (e ai suoi utenti) denaro reale.

10 passaggi per prevenire un attacco SQL injection in WordPress

Diventare vittima di un attacco di iniezione SQL su WordPress può essere spaventoso. Fortunatamente, ci sono diversi metodi che puoi utilizzare per proteggere te stesso e il tuo sito web e stare al sicuro il più possibile. Diamo un’occhiata a dieci dei migliori passi che puoi fare.

Passaggio 1: utilizzare la convalida dell’input e filtrare i dati utente

Uno dei modi più semplici per gli hacker di infiltrarsi nel tuo sito con un attacco di SQL injection è attraverso i dati inviati dall’utente. Pertanto, l’utilizzo della convalida dell’input e del filtro per i dati inviati dall’utente può aiutare a prevenire iniezioni di caratteri pericolosi. La convalida dell’input richiede semplicemente di testare tutti i dati inviati da un utente , che possono quindi essere filtrati per impedire un’iniezione SQL.

Passaggio 2: evitare SQL dinamico

SQL dinamico presenta una vulnerabilità, a causa del modo in cui è automatizzato. A differenza di SQL statico, la forma dinamica del linguaggio genera automaticamente ed esegue le istruzioni, creando aperture per gli hacker. E’ quindi consigliabile utilizzare istruzioni preparate, query con parametri o procedure memorizzate per proteggere il tuo sito WordPress da un attacco di iniezione SQL. 

Passaggio 3: aggiornare regolarmente

Per proteggere il database , l’aggiornamento e le patch periodiche sono fondamentali. Quando non disponi dell’ultima versione di WordPress, insieme a eventuali plugin e temi che potresti utilizzare, ti apri alle falle di sicurezza che gli hacker possono sfruttare. Ecco perché in Creativemotions gestiamo tutte le patch e gli aggiornamenti per i nostri clienti tramite i nostri piani di assistenza WordPress. Sono compresi elementi che possono essere trascurati ma che possono esporre il database a un’iniezione SQL.

Passaggio 4: utilizzare un firewall

Una delle tecniche più efficaci per proteggere il tuo sito web WordPress consiste nell’impostare un firewall. In effetti, un firewall è un sistema di sicurezza di rete che monitora e controlla i dati che entrano nel tuo sito, fungendo da ulteriore livello di sicurezza contro gli attacchi di SQL injection. Ecco perché le nostre soluzioni di sicurezza includono un firewall.

Passaggio 5: rimuovere funzionalità non necessarie da database

Più funzionalità ha un database, più è vulnerabile a un potenziale attacco di iniezione SQL. Per proteggerlo, considera di normalizzare il tuo database per rimuovere contenuti estranei e rendere il tuo sito più sicuro.

Passaggio 6: limitare i privilegi di accesso 

Limitare i privilegi di accesso è un altro modo per proteggere i database da un’iniezione SQL. Privilegi di accesso inappropriati possono esporre rapidamente il tuo sito WordPress a questo tipo di attacco.

Per proteggere il tuo sito, considera di rivedere i tuoi ruoli utente di WordPress e limitare ciò che gli altri possono visualizzare e modificare. E’ possibile ad esempio assicurarsi che tutti gli utenti passati siano stati rimossi da ruoli non iscritti, come editor o collaboratore, per eliminare quelle potenziali vulnerabilità.

Passaggio 7: cifrare i dati riservati

Non importa quanto possa sembrare sicuro il tuo database, puoi sempre renderlo più sicuro. Quando si cifrano i dati riservati nei database, li si sta proteggendo da un SQL injection.

Passaggio 8: non condividere informazioni aggiuntive

Sfortunatamente, gli hacker possono raccogliere molte informazioni tramite messaggi di errore del database. Ciò include dettagli quali credenziali di autenticazione, indirizzi e-mail degli amministratori di server e persino parti del codice interno.

Un mezzo efficace per proteggere il tuo sito è creare messaggi generici per gli errori su una pagina HTML personalizzata. Ricorda, meno informazioni rivelerai, più sicuro sarà il tuo sito WordPress. 

Passaggio 9: monitorare le istruzioni SQL

Quando controlli le istruzioni SQL tra applicazioni connesse al database, puoi aiutare a identificare le vulnerabilità nel tuo sito WordPress. Puoiutilizzare applicazioni esterne come Stackify e ManageEngine . Qualunque sia la soluzione utilizzata, può fornire informazioni preziose su potenziali problemi del database.

Passaggio 10: migliorare il software

Nel mondo degli attacchi di SQL injection e dell’hacking in generale, avere i sistemi più aggiornati è la chiave. Ciò può aiutare a prevenire le tecniche in continua evoluzione utilizzate per accedere ai siti web illegalmente. 

Plugin SQL Injection per WordPress

Un software obsoleto può lasciare il tuo sito WordPress aperto agli attacchi di iniezione SQL, ma ci sono plugin di sicurezza che possono proteggerti. L’uso di uno dei seguenti strumenti può tranquillizzarti e consentirti di concentrarti su altri aspetti più importanti della gestione del tuo sito WordPress.

1. Prevenire gli attacchi SQL injection su WordPress con Sucuri Security

Sucuri Security è un’opzione molto comune disponibile gratuitamente. Ti consente di monitorare chi accede al tuo sito e apporta modifiche e conoscere quali sono tali modifiche.

Una volta installato, Sucuri esegue la scansione dei file alla ricerca di malware, è dotato del monitoraggio della blacklist e un firewall opzionale. Per aggiungere questo plugin al tuo sito, devi prima scaricarlo andando su Plugin > Aggiungi nuovo .

Il plugin Sucuri Security per prevenire attacchi SQL injection su WordPress

Quindi è possibile installarlo e attivarlo e accedere alla dashboard del plugin per selezionare Genera chiave API . Ciò attiverà il monitoraggio del tuo evento:

Il plugin Sucuri Security per WordPress

Questa chiave verrà utilizzata per autenticare le richieste HTTP. Quindi puoi rilassarti, sapendo che hai aggiunto un altro livello di sicurezza al tuo sito.

2. Prevenire le iniezioni SQL con Wordfence Security

Progettato appositamente per WordPress, Wordfence Security offre al tuo sito web un firewall per prevenire SQL injection, fornisce l’autenticazione a due fattori (2FA) e scansiona i file alla ricerca di malware, in particolare le iniezioni SQL WordPress. 

Scaricare e attivare il plugin è semplice. Vai a Plugin> Aggiungi nuovo , cerca Wordfence Security e scarica il plugin:

Il plugin Wordfence Security per prevenire attacchi SQL injection su WordPress

Una volta pronto, fai clic su Attiva . Questo è tutto! Ora è attivo e funzionante e puoi iniziare la scansione da malware quando vuoi.

3. Prevenire le iniezioni SQL con All In One WP Security & Firewall

Infine, puoi scegliere All In One WP Security & Firewall come plugin di sicurezza che dispone non solo di un firewall aggiuntivo, ma rende più difficile ai bot tentare di registrarsi come utenti. Questo protegge il tuo codice e blocca qualsiasi indirizzo IP che potrebbe causare errori 404 e phishing per informazioni.

Per ottenere il plugin, vai su Plugin> Aggiungi nuovo e scaricalo. Quindi puoi attivarlo e installarlo:

Il plugin All in one wp security and Firewall per prevenire attacchi SQL injection su WordPress

Ora puoi passare attraverso le impostazioni del plugin e regolare la configurazione di sicurezza del tuo sito. Puoi attivare o disattivare le funzionalità che desideri , come ad esempio “Blocco accesso” per verificare chi ha effettuato l’accesso al tuo sito.

Buon lavoro!