Ogni giorno, la navigazione sul web diventa un pò meno privata. I siti web e le app monitorano praticamente tutto ciò che fai, il che spinge sempre più persone a trovare modi per mantenere la loro privacy .I server proxy sono una delle tante opzioni che puoi utilizzare per proteggere la tua identità durante la navigazione.

Tuttavia, i proxy offrono anche una serie di altri vantaggi, che esploreremo in questo articolo.

Andiamo al punto!

Che cos’è un server proxy (e perché dovresti utilizzarne uno)?

Quando navighi sul web, il tuo computer si connette a un server remoto che gli invia le informazioni. Un server proxy funge da intermediario in quella connessione. Il tuo client o app si connette al proxy, che inoltra le tue richieste alla destinazione finale.

Un proxy elabora le tue richieste ma copre molte informazioni di identificazione, incluso il tuo indirizzo IP originale, l’origine della richiesta, i dati del sistema operativo (OS) e altro ancora. In poche parole, impedisce a terze parti di rintracciarti facilmente.

Una cosa che devi capire è che i server proxy funzionano a livello di applicazione. Ad esempio, puoi connetterti a un indirizzo di server proxy tramite il tuo browser, che ti protegge durante la navigazione.

Tuttavia, lo stesso non coprirà le tue tracce in altre applicazioni a meno che non siano anche connesse ad esso. Ciò ti offre un controllo più granulare sul modo in cui accedi al web, ma rende anche più difficile ottenere la “piena” privacy (se una cosa del genere esiste ancora).

Finora abbiamo parlato dei vantaggi più comuni dei server proxy, che sono legati alla privacy. Tuttavia, offrono anche molti altri vantaggi, tra cui:

  • Consentono di accedere a contenuti con limitazioni geografiche
  • Accelerano i tempi di caricamento tramite il caching
  • Proteggono dal malware filtrando i contenuti
  • Impediscono l’accesso a siti web limitati all’interno delle reti aziendali

È importante capire che esistono diversi tipi di server proxy che puoi utilizzare. Tuttavia, tutti condividono una cosa in comune, ovvero che è necessario un indirizzo del proxy per connettersi a loro.

Cos’è un indirizzo del server proxy?

Per connetterti a un server proxy pubblico, devi conoscere il suo indirizzo IP. Con esso (e sapendo quale porta utilizzare), puoi configurare il tuo browser o applicazione per instradare le richieste attraverso quel server.

Il modo in cui funziona questo processo varia da browser a browser e da OS a OS. Con MacOS, ad esempio, hai una pagina delle impostazioni proxy  dedicata in cui puoi inserire l’indirizzo a cui vuoi connetterti:

Configurazione di MacOS per utilizzare un server proxy.

Prima di andare avanti e iniziare a esaminare i server proxy, è necessario comprendere che sono disponibili in diversi tipi. Ognuno svolge funzioni diverse, quindi è importante scegliere quello giusto per le tue esigenze.

3 tipi di proxy spiegati

Esistono diversi tipi di server proxy tra cui scegliere. Il più popolare è quello che viene chiamato “open”, che è ciò a cui la maggior parte delle persone pensa quando parla di proxy.

Esaminiamo i tipi più comuni di:

  • Open Proxy. Questo tipo di proxy non richiede autenticazione ed è spesso pubblico. Ciò significa che mentre puoi usarne uno per aumentare l’anonimato, i tuoi dati potrebbero non essere al sicuro da chiunque controlli quel server.
  • Forward proxy serverLe aziende e le istituzioni si affidano a questo tipo di proxy per instradare le connessioni interne al mondo esterno. I forward proxy server determinano se è possibile accedere a siti web o servizi specifici, il che aiuta a mantenere le reti “sicure”.
  • Reverse proxy server In poche parole, aiutano a filtrare le richieste in arrivo al tuo sito web, il che aiuta con la privacy e la memorizzazione nella cache, tra le altre cose.

Puoi trovare dozzine, se non centinaia, di servizi proxy open sul web. Di solito sono gratuiti e ti consentono di connetterti a loro utilizzando un indirizzo IP o direttamente tramite il tuo browser. Alcuni offrono anche estensioni in modo da poterli sempre mantenere attivi durante la navigazione sul web:

I server proxy gratuiti sembrano una soluzione pratica sulla carta. Sfortunatamente, aggravanoo i problemi alla sicurezza.

Perché non dovresti usare un server proxy gratuito

Se hai intenzione di utilizzare un server proxy, i problemi di privacy sono probabilmente in cima alla lista dei motivi per cui vuoi utilizzarlo. Affidarsi a un servizio gratuito spesso nega molti dei vantaggi per la sicurezza derivanti dall’utilizzo di un proxy in primo luogo perché:

  • Spesso registrano le tue informazioni:  alcuni proxy potrebbero memorizzare i tuoi dati anche se impediscono ai siti web a cui ti stai connettendo di vederli.
  • Possono aprirti alle vulnerabilità:  poiché i server proxy instradano le tue connessioni, possono dirottare i dati che ricevi, esponendoti a infezioni da malware.
  • I server proxy gratuiti non cifrano i tuoi dati: a differenza delle reti private virtuali (VPN) , non tutti i proxy cifrano i tuoi dati. Ciò li rende inadatti a connessioni sensibili.

Vale anche la pena notare che ci sono stati casi di servizi proxy gratuiti che vendevano la larghezza di banda dei propri utenti . Infine, i server proxy gratuiti tendono a raccogliere molta attenzione. Poiché così tante persone vogliono usarli, tendono a non essere particolarmente veloci.

Come nota aggiuntiva, se sei un giocatore, leggerai molti articoli che parlano di come l’utilizzo di un proxy può ridurre il ping. Tuttavia, è molto improbabile nella maggior parte dei casi poiché stai aggiungendo un “salto” in più che il tuo traffico deve attraversare. Con questo in mente, è meglio giocare su server più vicini alla tua posizione o aggiornare il tuo servizio Internet.

Chi dovrebbe utilizzare un proxy

Nella maggior parte degli scenari, se intendi utilizzare un proxy, dovresti optare per un servizio premium. Se possibile, puoi esaminare la configurazione del tuo server proxy (che di solito richiede una certa esperienza di amministrazione del sistema) o almeno assicurarti di utilizzare un servizio affidabile.

Per quanto riguarda i server proxy premium, esistono molte opzioni che vanno dalle soluzioni personali a quelle incentrate sul business. Non consiglieremo proxy specifici in questo articolo, ma parleremo di chi dovrebbe considerare di pagare per il suo utilizzo.

Un server proxy premium può essere un ottimo investimento se hai bisogno di:

  • Accedere regolarmente ai contenuti con limitazioni geografiche
  • Registrare il traffico web per assicurarti che nessuno stia abusando delle risorse aziendali
  • Proteggere la tua rete dal malware
  • Applicare criteri web per impedire ai membri del tuo team di accedere a siti web pericolosi o inappropriati

Ancora una volta, è importante tenere presente che i proxy non crittografano il traffico . Se la tua preoccupazione principale è proteggere i dati sensibili, potrebbe essere meglio cercare una VPN.

Conclusione

I server proxy sono strumenti utili che possono aiutarti a mantenere la tua privacy e ad aggirare le restrizioni regionali. Tuttavia, come spesso accade con i servizi online, i proxy gratuiti non sono una soluzione ideale se si desidera proteggere i propri dati.

Se puoi permetterti un server proxy premium, può tornare utile in una varietà di situazioni, tra cui:

  1. Accesso a contenuti con limitazioni geografiche.
  2. Registrazione del traffico web all’interno di un’azienda.
  3. Protezione della tua rete dal malware.
  4. Applicazione di criteri web.

Buon lavoro.