I contenuti in WordPress possono solitamente essere raccolti in gruppi distinti. La maggior parte dei tuoi post e pagine verrà assegnata a un tipo di “tassonomia”, ovvero una categoria o un tag, già esistente. Tuttavia, potresti avere l’esigenza creare tassonomie WordPress personalizzata.

Fortunatamente, il processo per farlo è semplice. Sapere come creare e aggiornare le tassonomie ti consentirà di organizzare meglio il tuo sito e aiuterà i visitatori a trovare ciò che stanno cercando più rapidamente.

In questo articolo vedremo come creare una tassonomia WordPress personalizzata.

Ma prima di ciò vediamo cos’è una tassonomia in modo più dettagliato.

Cos’è una tassonomia di WordPress?

Una tassonomia di WordPress è un modo per organizzare post e altri contenuti. I due tipi più comuni sono categorie e tag. Le categorie sono progettate per raggruppare insieme post simili, mentre i tag (molto simili agli hashtag) descrivono cosa contiene un post specifico.

La maggior parte dei siti web WordPress utilizza queste tassonomie integrate per organizzare i contenuti. Questo è utile sia per te che per i tuoi visitatori, poiché aiuta tutti a trovare ciò che vogliono in modo più efficiente. Inoltre, raggruppare i tuoi contenuti in questo modo può avvantaggiare l’ ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) del tuo sito .

Come creare una tassonomia personalizzata con un plugin

Le categorie e i tag sono fantastici, ma cosa succede se desideri altri modi per organizzare i tuoi contenuti? Come al solito, su WordPress ci sono modi sia facili che per sviluppatori per creare una tassonomia personalizzata.

Vedremo prima l’approccio del plugin. Il primo passo è scegliere lo strumento adatto. Useremo il plugin Pods , in base alle recensioni degli utenti e alla facilità d’uso. 

Tieni presente che ci sono molte altre opzioni tra cui scegliere, come ad esempio il plugin Custom Post Type UI.

Passaggio 1: aggiungi una nuova tassonomia vuota e popola i campi

Per iniziare, ti consigliamo di installare e attivare il plugin. Dopo averlo fatto, vai su Pods Admin> Aggiungi nuovo nella dashboard di WordPress:

Il plugin Pods

Quindi, seleziona Tassonomia personalizzata (come categorie o tag) dal menu a discesa Tipo di contenuto . Dovrai anche creare un nome singolare e plurale per la tua nuova tassonomia (ad esempio, “Ricetta” e “Ricette”).

Noterai un menu avanzato nascosto, ma queste opzioni al momento non sono necessarie. Dopo aver compilato i campi necessari, fai clic su Passaggio successivo e vai alla schermata Configura .

Passaggio 2: assegna e salva la tua tassonomia

Da lì, verrai riportato alla schermata Modifica pod , dove vedrai un messaggio di successo:

Messaggio di successo della schermata Modifica pod

Questa schermata ti consente di personalizzare ulteriormente la tua tassonomia. Puoi renderla gerarchica come una categoria o assegnarla a un custom post type. In questo caso mostreremo la nostra nuova tassonomia nel menu Post , proprio come con categorie e tag.

Per farlo, vai alla schermata dell’interfaccia di amministrazione e compila il campo Nome menu :

Inserire i campo nome menu su pods

Quindi vai alla scheda Opzioni avanzate e seleziona la casella accanto a Post (post) nel menu Tipi di post associati :

seleziona la casella accanto a Post (post) nel menu Tipo di post associato

Salva le modifiche e vedrai la tua nuova tassonomia insieme alle altre, pronta per l’uso:

La nuova tassonomia personalizzata

Come creare una tassonomia personalizzata tramite codice

Se preferisci non utilizzare un plugin o se sei uno sviluppatore che trova più facile l’approccio manuale, puoi creare le tue tassonomie personalizzate tramite codice. I passaggi seguenti sono semplici da implementare, soprattutto se hai precedenti esperienze di navigazione nei file core di WordPress.

Passaggio 1: decidi se vuoi una tassonomia gerarchica o non gerarchica

Innanzitutto, dovrai decidere se la tua tassonomia sarà gerarchica o meno. Ecco un breve riepilogo delle differenze:

  • Tassonomia gerarchica. Ti consente di avere termini genitore e figlio, proprio come con le categorie. Ad esempio, potresti avere un termine principale chiamato Principianti e termini secondari come Plugin , Temi e Marketing .
  • Tassonomia non gerarchica. Come i tag, questo ti consente di definire solo un termine da assegnare al contenuto, senza consentirti di creare termini secondari.

Questa decisione è importante, poiché a seconda delle tue preferenze il codice di cui avrai bisogno è leggermente diverso.

Passaggio 2: modifica il file functions.php

Indipendentemente dalla natura delle tue tassonomie, avrai bisogno di accedere al tuo file functions.php.

Prima di iniziare:

  • Assicurati di eseguire il backup del tuo sito web prima di eseguire qualsiasi lavoro sui file core.
  • Usa un child theme per preservare le modifiche durante l’aggiornamento dei temi e dello stesso WordPress.
  • Se necessario, migliora le tue conoscenze sul protocollo SFTP (Secure File Transfer Protocol) e tieni a portata di mano un client SFTP dedicato (come FileZilla o Cyberduck ).

Quindi puoi accedere al tuo sito web WordPress tramite SFTP e cercare il tuo file functions.php . Dovrebbe trovarsi nella cartella del tema principale. Apri il file e aggiungi uno dei seguenti snippet di codice in fondo, a seconda che tu abbia scelto o meno una tassonomia gerarchica.

Tassonomia gerarchica:

//hook into the init action and call create_book_taxonomies when it fires
 
add_action( 'init', 'create_subjects_hierarchical_taxonomy', 0 );
 
//create a custom taxonomy name it subjects for your posts
 
function create_subjects_hierarchical_taxonomy() {
 
// Add new taxonomy, make it hierarchical like categories
//first do the translations part for GUI
 
  $labels = array(
    'name' => _x( 'Subjects', 'taxonomy general name' ),
    'singular_name' => _x( 'Subject', 'taxonomy singular name' ),
    'search_items' =>  __( 'Search Subjects' ),
    'all_items' => __( 'All Subjects' ),
    'parent_item' => __( 'Parent Subject' ),
    'parent_item_colon' => __( 'Parent Subject:' ),
    'edit_item' => __( 'Edit Subject' ), 
    'update_item' => __( 'Update Subject' ),
    'add_new_item' => __( 'Add New Subject' ),
    'new_item_name' => __( 'New Subject Name' ),
    'menu_name' => __( 'Subjects' ),
  );    
 
// Now register the taxonomy
  register_taxonomy('subjects',array('books'), array(
    'hierarchical' => true,
    'labels' => $labels,
    'show_ui' => true,
    'show_in_rest' => true,
    'show_admin_column' => true,
    'query_var' => true,
    'rewrite' => array( 'slug' => 'subject' ),
  ));
 
}

Tassonomia non gerarchica:

//hook into the init action and call create_topics_nonhierarchical_taxonomy when it fires
 
add_action( 'init', 'create_topics_nonhierarchical_taxonomy', 0 );
 
function create_topics_nonhierarchical_taxonomy() {
 
// Labels part for the GUI
 
  $labels = array(
    'name' => _x( 'Topics', 'taxonomy general name' ),
    'singular_name' => _x( 'Topic', 'taxonomy singular name' ),
    'search_items' =>  __( 'Search Topics' ),
    'popular_items' => __( 'Popular Topics' ),
    'all_items' => __( 'All Topics' ),
    'parent_item' => null,
    'parent_item_colon' => null,
    'edit_item' => __( 'Edit Topic' ), 
    'update_item' => __( 'Update Topic' ),
    'add_new_item' => __( 'Add New Topic' ),
    'new_item_name' => __( 'New Topic Name' ),
    'separate_items_with_commas' => __( 'Separate topics with commas' ),
    'add_or_remove_items' => __( 'Add or remove topics' ),
    'choose_from_most_used' => __( 'Choose from the most used topics' ),
    'menu_name' => __( 'Topics' ),
  ); 
 
// Now register the non-hierarchical taxonomy like tag
 
  register_taxonomy('topics','books',array(
    'hierarchical' => false,
    'labels' => $labels,
    'show_ui' => true,
    'show_in_rest' => true,
    'show_admin_column' => true,
    'update_count_callback' => '_update_post_term_count',
    'query_var' => true,
    'rewrite' => array( 'slug' => 'topic' ),
  ));
}

Ti consigliamo di modificare i nomi dei segnaposto nel codice sopra in qualsiasi cosa desideri utilizzare per la tua tassonomia personalizzata. Puoi anche cambiare post_type all’interno della funzione register_taxonomy – generalmente questo sarà Post , ma le tue esigenze potrebbero variare.

Dopo aver salvato le modifiche, dovrai eseguire un pò di lavoro per visualizzare le tue tassonomie. Ma, prima vediamo come creare tassonomie personalizzate in WooCommerce.

Come creare una tassonomia personalizzata in WooCommerce

La buona notizia è che la creazione di una tassonomia personalizzata per i prodotti WooCommerce segue quasi esattamente lo stesso processo dell’approccio del plugin descritto sopra. Ovviamente, ti consigliamo di assicurarti di aver installato WooCommerce e di aver caricato i prodotti nel tuo negozio prima di eseguire questi passaggi. 

L’unica modifica richiesta è ciò che accade quando si arriva alla schermata Opzioni avanzate . Questa volta, invece di scegliere Post (post)  selezionerai Prodotti (prodotto) :

Associa la tassonomia personalizzata ai prodotti WooCommerce

Una volta salvate le modifiche, la tassonomia sarà pronta per l’uso. 

Come visualizzare le tassonomie

Se sei arrivato fino qui, hai tutte le competenze necessarie per visualizzare le tue tassonomie. La prossima serie di passaggi prevede l’aggiunta di codice e la ricerca all’interno dei template di WordPress, quindi assicurati di eseguire il backup del tuo sito se non l’hai già fatto.

Passaggio 1: decidi dove visualizzare il codice

Per questo passaggio, avrai bisogno di una certa conoscenza della gerarchia dei template di WordPress . Questo perché dovrai aggiungere righe di codice a ogni template in cui desideri visualizzare le tue tassonomie personalizzate.

Solitamente dovrai modificare single.php , content.php o un altro file all’interno della cartella template-parts del tuo tema. Tuttavia, potresti teoricamente aggiungere la tua tassonomia personalizzata a qualsiasi file template.

Se hai difficoltà a trovare il template utilizzato da una pagina specifica, il plugin Whick template am i può portare a termine il lavoro mostrandoti il ​​percorso del template all’interno del tuo browser. 

Dopo aver preso questa decisione, il passaggio finale è aggiungere del codice.

Passaggio 2: aggiungi il codice nel punto in cui desideri visualizzare la tassonomia

Successivamente, vorrai di nuovo accedere ai file del tuo tema tramite SFTP e aprire il template che hai scelto durante il primo passaggio. Da lì, dovrai trovare il punto nel tuo file in cui dovrebbe essere visualizzata la tassonomia e incollare quanto segue:

<?php the_terms( $post->ID, 'topics', 'Topics: ', ', ', ' ' ); ?>

Dopo aver salvato le modifiche, dovresti vedere la tassonomia visualizzata sul tuo sito web WordPress. Naturalmente, potrebbe essere necessario modificare leggermente il posizionamento, ma il collegamento dovrebbe essere ancora cliccabile e la tassonomia registrata.

Conclusione

Le personalizzazioni all’interno di WordPress assumono molte forme. In questo articolo abbiamo discusso delle tassonomie, ma ci sono molte altre funzionalità che puoi aggiungere al tuo sito per migliorare la sua esperienza utente (UX). 

Buon lavoro.