Hypertext Markup Language (HTML) è un linguaggio informatico che costituisce la maggior parte delle pagine web e delle applicazioni online. Un hypertexr è un testo utilizzato per fare riferimento ad altre parti di testo, mentre un markup language è una serie di contrassegni che indicano ai server web lo stile e la struttura di un documento. 

L’HTML non è considerato un vero e proprio linguaggio di programmazione in quanto non può creare funzionalità dinamiche. Con HTML, invece, gli utenti web possono creare e strutturare sezioni, paragrafi e link utilizzando elementi, tag e attributi. 

Ecco alcuni degli usi più comuni del linguaggio Hypertext Markup Language:

  • Sviluppo web. Gli sviluppatori utilizzano il codice HTML per progettare il modo in cui un browser visualizza gli elementi della pagina web, come testo, link ipertestuali e file multimediali. 
  • Navigazione in Internet. Gli utenti possono facilmente navigare e inserire collegamenti tra pagine e siti web correlati poiché è ampiamente utilizzato per incorporare link ipertestuali. 
  • Documentazione web. Hypertext Markup Languag consente di organizzare e formattare i documenti, in modo simile a Microsoft Word.

Vale anche la pena notare che questo linguaggio è ora considerato uno standard web ufficiale. Il World Wide web Consortium (W3C) mantiene e sviluppa le specifiche HTML, oltre a fornire aggiornamenti regolari. 

Questo articolo esaminerà le basi dell’HTML, incluso come funziona, i pro e contro e come si relaziona a CSS e JavaScript. 

Come funziona il linguaggio HTML?

Un sito web medio include diverse pagine HTML. Ad esempio, una home page, una pagina delle informazioni e una pagina dei contatti avrebbero tutti file HTML separati.

I documenti HTML sono file che terminano con un’estensione .html o .htm. Un browser web legge il file HTML e ne renderizza il contenuto in modo che gli utenti di Internet possano visualizzarlo.

Tutte le pagine HTML hanno una serie di elementi, costituiti da un insieme di tag e attributi. Gli elementi HTML sono gli elementi costitutivi di una pagina web. Un tag dice al browser web dove inizia e finisce un elemento, mentre un attributo descrive le caratteristiche di un elemento. 

Le tre parti principali di un elemento sono: 

  • Tag di apertura: utilizzato per indicare dove un elemento inizia ad avere effetto. Il tag è avvolto con parentesi angolari di apertura e chiusura. Ad esempio, usa il tag di inizio <p> per creare un paragrafo. 
  • Contenuto: questo è l’output visualizzato dagli altri utenti. 
  • Tag di chiusura: lo stesso del tag di apertura, ma con una barra prima del nome dell’elemento. Ad esempio, </p> per terminare un paragrafo. 

La combinazione di queste tre parti creerà un elemento HTML :

<p>Questo è un paragrafo in HTML.</p>

Un’altra parte fondamentale di un elemento HTML è il suo attributo, che ha due sezioni: un nome e un valore di attributo. Il nome identifica le informazioni necessarie che un utente desidera aggiungere, mentre il valore dell’attributo fornisce ulteriori specifiche. 

Ad esempio, un elemento di stile che aggiunge il colore viola e la famiglia di caratteri verdana avrà il seguente aspetto :

<p style="color:purple;font-family:verdana">Questo è un paragrafo in HTML.</p>

Un altro attributo, la classe HTML, è molto importante per lo sviluppo e la programmazione. L’attributo class aggiunge informazioni di stile che possono funzionare su elementi diversi con lo stesso valore di classe. 

Ad esempio, utilizzeremo lo stesso stile per un’intestazione <h1> e un paragrafo <p>. Lo stile include il colore di sfondo, il colore del testo, il bordo, il margine e il riempimento, sotto la classe .important. Per ottenere lo stesso stile tra <h1> e <p>, aggiungi class=”important” dopo ogni tag iniziale:

<html>
<head>
<style>
.important {
  background-color: blue;
  color: white;
  border: 2px solid black;
  margin: 2px;
  padding: 2px;
}
</style>
</head>
<body>
<h1 class="important">Questa è una intestazione.</h1>
<p class="important">Questo è un paragrafo.</p>
</body>
</html>

La maggior parte degli elementi ha un tag di apertura e uno di chiusura, ma alcuni elementi non hanno bisogno di tag di chiusura per funzionare, come gli elementi vuoti. Questi elementi non utilizzano un tag finale perché non hanno contenuto:

<img src="/" alt="Image">

Questo tag immagine ha due attributi: un attributo src, il percorso dell’immagine, e un attributo alt, il testo alternativo descrittivo. Tuttavia, non ha contenuto né un tag finale. 

Infine, ogni documento HTML deve iniziare con una dichiarazione <!DOCTYPE> per informare il browser web sul tipo di documento. Con HTML5, la dichiarazione pubblica doctype sarà:

<!DOCTYPE html>

Elementi e tag HTML più utilizzati

Attualmente sono disponibili 142 tag HTML che consentono la creazione di vari elementi . Anche se i browser moderni non supportano più alcuni di questi tag, apprendere tutti i diversi elementi disponibili è ancora vantaggioso. 

Questa sezione analizzerà i tag più utilizzati e due elementi principali: elementi a livello di blocco ed elementi inline. 

Elementi a livello di blocco

Un elemento a livello di blocco occupa l’intera larghezza di una pagina. Inizia sempre una nuova riga nel documento. Ad esempio, un elemento di intestazione sarà in una riga separata da un elemento di paragrafo.

Ogni pagina HTML utilizza questi tre tag:

  • Il tag <html> è l’elemento radice che definisce l’intero documento HTML.
  • Il tag <head> contiene meta informazioni come il titolo della pagina e il set di caratteri.
  • Il tag <body> racchiude tutto il contenuto che appare sulla pagina.
<html>
  <head>
    <!-- META INFORMATION -->  
  </head>
  <body>
    <!-- PAGE CONTENT -->
  </body>
</html>

Altri tag popolari a livello di blocco includono:

  • Tag di intestazione: vanno da <h1> a <h6>, dove l’intestazione h1 è di dimensioni maggiori e si riduce man mano che si spostano fino a h6. 
  • Tag di paragrafo: sono tutti racchiusi utilizzando il tag <p>.
  • Tag di elenco: hanno diverse varianti. Usa il tag <ol> per un elenco ordinato e usa <ul> per un elenco non ordinato. Quindi, racchiudere i singoli elementi dell’elenco utilizzando il tag <li>. 

Elementi inline

Un elemento inline formatta il contenuto interno degli elementi a livello di blocco, come l’aggiunta di link e stringhe enfatizzate. Gli elementi inline sono più comunemente usati per formattare il testo senza interrompere il flusso del contenuto. 

Ad esempio, un tag <strong> renderebbe un elemento in grassetto, mentre il tag <em> lo mostrerebbe in corsivo. Anche i link ipertestuali sono elementi inline che utilizzano un tag <a> e un attributo href per indicare la destinazione del collegamento:

<a href="https://esempio.it/">Cliccami!</a>

L’evoluzione : HTML e HTML5?

La prima versione di HTML consisteva di 18 tag. Da allora, ogni nuova versione è arrivata con nuovi tag e attributi aggiunti al markup. L’aggiornamento più significativo del linguaggio finora è stato l’introduzione di HTML5 nel 2014. 

La principale differenza è che HTML5 supporta nuovi tipi di controlli dei moduli. HTML5 ha anche introdotto diversi tag semantici che descrivono chiaramente il contenuto, come <article>, <header> e <footer>. 

Pro e contro dell’HTML

Proprio come qualsiasi altro linguaggio per computer, l’HTML ha i suoi punti di forza e i suoi limiti. Ecco i pro e i contro::

Pro:

  • Adatto ai principianti. Ha un markup pulito e coerente, oltre a una curva di apprendimento ridotta.
  • Supporto. E’ un linguaggo ampiamente utilizzato, con molte risorse e una grande comunità alle spalle.
  • Accessibile. È open-source e completamente gratuito. L’HTML viene eseguito in modo nativo in tutti i browser web.
  • Flessibile. E’ facilmente integrabile con linguaggi di backend come PHP e Node.js.

Contro:

  • Statico. Il linguaggio viene utilizzato principalmente per le pagine web statiche. Per la funzionalità dinamica, potrebbe essere necessario utilizzare JavaScript o un linguaggio di back-end come PHP.
  • Pagina separate. Gli utenti devono creare pagine web individuali per HTML, anche se gli elementi sono gli stessi. 
  • Compatibilità del browser. Alcuni browser adottano le nuove funzionalità lentamente. A volte i browser più vecchi non sempre visualizzano i tag più recenti.

LHypertext Markup Language viene utilizzato per aggiungere elementi di testo e creare la struttura del contenuto. Tuttavia, non è sufficiente per creare un sito web professionale e completamente responsive. Quindi, HTML ha bisogno dell’aiuto di Cascading Style Sheets (CSS o fogli di stile) e JavaScript per creare la stragrande maggioranza dei contenuti del sito web. 

CSS è responsabile di stili come sfondo, colori, layout, spaziatura e animazioni. JavaScript aggiunge funzionalità dinamiche come slider, pop-up e gallerie fotografiche. Questi tre linguaggi sono i fondamenti dello sviluppo front-end.

Comprendere e migliorare la tua conoscenza dell’HTML

Imparare l’HTML è un ottimo primo passo per chi è interessato allo sviluppo web . 

Sono molti i corsi disponibili online per imparare a programmare, ma abbiamo elencato tre dei migliori database di tutorial per HTML:

  • W3Schools : contiene risorse, esempi ed esercizi per aiutarti a imparare l’HTML di base gratuitamente. C’è anche un tutorial di autoapprendimento che costa 95 $ e fornisce un certificato ufficiale. 
  • Codecademy : offre corsi introduttivi gratuiti con tutorial interattivi. Codecademy utilizza uno schermo diviso che mostrerà automaticamente il risultato della tua codifica su un file HTML. Sono disponibili contenuti esclusivi per 19,99 $ al mese.
  • Coursera – offre vari corsi che forniscono spiegazioni approfondite con esempi di vita reale. Il prezzo dell’abbonamento è di 49 $ al mese e per iniziare è disponibile una prova gratuita di 7 giorni. 

Conclusione

HTML è il Markup Language principale su Internet. Ogni pagina HTML ha una serie di elementi che creano la struttura del contenuto di una pagina web o di un’applicazione. 

HTML è un linguaggio adatto ai principianti, ha un ottimo supporto ed è utilizzato principalmente per pagine di siti web statici. HTML funziona meglio insieme a CSS per lo stile e JavaScript per la funzionalità.

Ti abbiamo anche mostrato alcuni dei migliori corsi disponibili online che ti aiuteranno a migliorare la tua conoscenza dell’HTML o ti forniranno una comprensione di base.

Buon lavoro!