Come aggiungere schema markup su WordPress

Pubblicato in data 3 Agosto 2019 Categoria Consigli WordPress, Seo

schema markup wordpress

Quando si utilizza un motore di ricerca, in genere si ottengono centinaia o migliaia di risultati. Molte persone tendono a gravitare verso i primi per ragioni di opportunità ma anche perchè  il modo in cui un sito web viene presentato in quelle pagine dei risultati influenza la scelta dell’utente finale. Utilizzando “schema markup”, puoi modificare il modo in cui i risultati del tuo sito vengono visualizzati nei motori di ricerca. Ci sono limiti a ciò che puoi fare, ovviamente, ma anche piccoli cambiamenti possono aiutare le tue pagine ad attirare l’attenzione degli utenti e tutto questo, a sua volta, può portare a più clic.

In questa guida, parleremo di cos’è schema markup e perché è ​​importante, quindi esamineremo come aggiungere schema markup a WordPress.

 

Che cos’è schema markup?

Lo schema è un linguaggio di markup che puoi utilizzare per ottimizzare le tue pagine per i motori di ricerca. Per dirla in altro modo, utilizzando lo schema, puoi fornire ai motori di ricerca maggiori informazioni (dati strutturati) sul tipo di contenuto incluso nelle tue pagine.

Inoltre, puoi utilizzare lo schema per modificare il modo in cui le tue pagine vengono visualizzate nei motori di ricerca. Ecco una rapida occhiata a come appare un normale risultato senza schema in Google:

cos'è lo schema markup

Ecco invece lo stesso risultato modificato da schema markup:

schema markup del sito web

La differenza è chiara. Come puoi immaginare, molte persone graviteranno verso il secondo tipo di risultato, che viene chiamato “rich snippet“. Nel caso in cui questo esempio non bastasse parliamo di alcuni degli altri vantaggi dell’utilizzo di schema markup in WordPress.

 

Perché Schema Markup è importante?

Non è obbligatorio utilizzare lo schema markup sul tuo sito web. Tuttavia, i benefici sono immediatamente evidenti perchè l’aggiunta di questo tipo di dati strutturati alle tue pagine:

– Fa risaltare visivamente i tuoi contenuti nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP)
– Può aumentare le tue percentuali di clic (CTR)
– Ti consente di includere tutti i tipi di informazioni personalizzate sulle tue pagine

Immagina, ad esempio, che stai pubblicando una nuova ricetta sul tuo blog. Utilizzando schema markup, è possibile aggiungere un punteggio a quella ricetta, includere informazioni caloriche e persino visualizzare il tempo necessario per cucinarla.
È quindi possibile visualizzare tutte queste informazioni nelle SERP, come in questo esempio :

importanza di schema markup

Se metti due risultati di ricetta per lo stesso piatto fianco a fianco, siamo disposti a scommettere che la maggior parte delle persone farebbe clic su quello che utilizza schema markup. Offrire tutte queste informazioni rende la tua pagina più professionale e preziosa.

 

Aggiungere schema markup a WordPress usando i campi personalizzati

WordPress ti consente di aggiungere tutti i tipi di “metadati” (un tipo di schema) ai tuoi contenuti. Ad esempio, puoi aggiungere ai tuoi post informazioni sull’autore, la data di pubblicazione e altri dettagli. Inoltre, la piattaforma consente di utilizzare “campi personalizzati” (custom fileds) per aggiungere qualsiasi tipo di metadata desiderato.

Per creare un campo personalizzato in WordPress, carica l’editor per la pagina o il post che desideri modificare. Cerca la scheda Opzioni schermo nel menu in alto e abilita l’opzione Campi personalizzati  in:

campi personalizzati WordPress

 

Un nuovo widget Campo personalizzato apparirà ora sotto l’editor dove potrai impostare un nome per il tuo nuovo campo e inserire i dati che includerà:

rich snippets con campi personalizzati

 

Puoi usare qualsiasi nome tu voglia per il campo. Per quanto riguarda lo schema markup, ti consigliamo di utilizzare una risorsa come Schema.org per aiutarti a imparare come funziona il linguaggio. Non lasciarti intimidire: schema markup non è complesso e puoi aggiungere tutti i dati che desideri.

Al termine, fai clic sul pulsante Aggiungi campo personalizzato. I dati verranno salvati insieme ai tuoi contenuti. Tuttavia, affinché iò tutto funzioni code deve, devi istruire il tuo tema a caricare il campo personalizzato che hai appena impostato.

Per fare ciò, accedi al tuo sito Web tramite FTP utilizzando un client come FileZilla. Una volta entrato, vai alla cartella public_html / wp-content / themes. All’interno troverai le cartelle per tutti i tuoi temi WordPress.

Apri la directory per il tema che stai attualmente utilizzando e cerca il file header.php:

schema markup e wordpress

Vai avanti e apri quel file. Dovrai aggiungere alcune righe di PHP nella parte superiore del file tra i tag, dicendogli di caricare il tuo campo personalizzato:

$schemamarkup = get_post_meta(get_the_ID(), ' customfield', true);
if(!empty($customfield)) {
  echo $ customfield;
}

Tieni presente che il valore del campo customfield è un segnaposto. Dovrai sostituirlo con il nome impostato in precedenza per il tuo campo. Al termine, salva le modifiche al file, chiudilo e il gioco è fatto!

Ora, i motori di ricerca dovrebbero essere in grado di vedere lo schema che hai aggiunto alla tua pagina. Ti insegneremo successivamente come testare se ciò che hai implementato funziona. Per il momento parliamo di un plugin di schema di WordPress che può semplificare queste attività.

 

Aggiungere Schema markup a WordPress usando Schema Pro

Esistono molti plugin che puoi utilizzare per aggiungere rich snippet a WordPress ma consigliamo Schema Pro grazie alla sua facilità d’uso:

Aggiungi Schema a WordPress usando il plugin Schema Pro

Con Schema Pro, puoi scegliere quale tipo di markup vuoi utilizzare per ogni post e aggiungere i dati strutturati di cui hai bisogno senza problemi.

Il plugin Schema Pro funziona con tutti i tipi più popolari di contenuti, come articoli, ricette, corsi, eventi e altro ancora. Inoltre, quando si utilizza questo plugin non è necessario giocherellare con alcun codice o modificare i file del tema per caricare lo schema.

Configurazione di Schema Pro e aggiunta dei dati strutturati

Se desideri utilizzare il plugin Schema Pro, ti consigliamo di consultare la knowledge base degli sviluppatori. Qui troverai istruzioni dettagliate su come configurare il plugin e aggiungere il tuo primo schema markup.

 

Schema markup testing tool di Google

Indipendentemente dall’approccio che utilizzi per l’aggiunta dello schema markup, ti consigliamo di verificare se ci sono errori nei tuoi dati. A tal fine, ti consigliamo di utilizzare lo Strumento di test dei dati strutturati di Google:

come testare schema markup

Tutto quello che devi fare è inserire un URL o lo schema markup e lo strumento ti dirà se ci sono errori di cui preoccuparti. Inoltre, in alcuni casi otterrai anche un’anteprima di come apparirà il tuo rich snippet, in modo da poter apportare immediatamente tutte le modifiche necessarie.

 

Plugin alternativi per Rich Snippets di WordPress

Se non sei un fan di Schema Pro, ci sono molti altri plugin di schemi di WordPress che puoi utilizzare. Ad esempio, il plugin schema ha un punteggio di 4,5 / 5:

plugin schema

Questo plugin è perfetto se si desidera aggiungere schema markup personalizzati ai propri contenuti, senza la necessità di utilizzare alcun codice. Con le ricette, ad esempio, potresti semplicemente aggiungere informazioni sulla difficoltà e saltare le recensioni e tutti gli altri dati che non ti interessano.

Eì interessante anche All In One Schema Rich Snippet, che ha un punteggio di 4/5:

schema markup plugin wordpress all in one schema rich snippets

Questo plugin è molto simile a Schema Pro. Puoi scegliere tra diversi di rich snippet in modo da poter aggiungere i dati strutturati di cui hai bisogno in pochi minuti. Se stai cercando un plugin di schema per WordPress che sia facile da usare, All In One Schema Rich Snippet è un’ottima scelta.