10 suggerimenti per velocizzare il tuo sito WordPress

Pubblicato in data 31 Luglio 2019 Categoria Consigli WordPress, Seo

velocizzare sito WordPres

Velocizzare un sito WordPress è un dovere del blogger, anche se molti utenti hanno oggi a disposizione ADSL o connessioni a Internet velocissime tramite fibra ottica. Spesso la lentezza di navigazione non è dovuta al provider, ma è colpa del sito.

La velocità è uno dei fattori determinanti delle prestazioni e dell’efficienza complessiva di un sito. Amazon ha riferito di aver rilevato un aumento dell’1% delle entrate ogni volta che ha migliorato la velocità del proprio sito di soli 100ms. Anche se 100 ms potrebbero non sembrare un enorme miglioramento, hanno un impatto enorme se testato su larga scala, proprio come su Amazon.

La velocità di un sito web è inoltre uno dei di fattori di ranking SEO, i siti rapidi hanno maggiori possibilità di posizionarsi bene nelle SERP. Google spinge continuamente i proprietari dei siti web a migliorarne le prestazioni per i dispositivi mobili e desktop per garantire la migliore esperienza utente possibile.

Gli utenti si aspettano che un sito web venga caricato in meno di 2 secondi e di solito lo abbandonano se il tempo di caricamento sale a 4-5 secondi.

In questo post diamo 10 suggerimenti che puoi applicare sin da subito per ottimizzare e velocizzare un sito WordPress.

 

Come velocizzare un sito WordPress

Per cominciare utilizza i seguenti strumenti per verificare la tua velocità attuale prima di procedere ad ottimizzare e velocizzare WordPress :

Pingdom
GTMetrix
Google Pagespeed ​​Insights

1. Scegli un hosting WordPress dalle alte prestazioni
Anche se potrebbe essere un po’ doloroso e dispendioso per alcuni di voi che hanno già un sito web consolidato, un buon web hosting è la chiave per un sito web ad alte prestazioni. Devi stare attento quando si tratta di piani di hosting WordPress condivisi perchè da un lato possono sembrare un buon affare, ma potrebbero invece comportare un costo maggiore proprio in termini di prestazioni. Il problema con i piani di hosting condiviso è che potresti avere centinaia di siti web ospitati su un singolo server, il che significa che condividerai larghezza di banda, spazio su disco e CPU.A volte le risorse non sono neanche condivise in modo uniforme.

Detto questo, ci sono alcuni provider di hosting rispettabili che offrono soluzioni di hosting condiviso appropriate ma se volete risparmiare tempo, l’hosting WordPress gestito è la soluzione giusta.

2. Installa un plugin di caching
Un buon plug-in di caching è un must assoluto per velocizzare un sito WordPress. Può migliorare drasticamente le prestazioni nel giro di pochi minuti. Invece di recuperare ogni singola pagina al volo, il plugin di cache mostrerebbe una versione della pagina memorizzata nella cache..

Suggeriamo di utilizzare WPRocket , un plug-in di chaching PREMIUM che offre molte funzionalità.

3. Ottimizza le immagini
Per velocizzare WordPress è fondamentale ottimizzare le immagini. Le immagini troppo pesanti sono uno dei fattori principali che rallentano la velocità di WordPress, problema relativamente facile da risolvere, a meno che non si disponga di un numero enorme di immagini.

Le soluzioni sono due :

Comprimi le immagini usando strumenti come Compressor.io o TinyPNG . Questi strumenti riducono le dimensioni di un’immagine fino al 70% senza ridurne la qualità. In alternativa, puoi utilizzare plugin free come EWWW Image Optimizer o WP Smush  che consentono di comprimere una grande quantità di immagini contemporaneamente.
Ritaglia e carica la dimensione dell’immagine corretta. Se prevedi ad esempio di utilizzare un’immagine di dimensioni 500 px per 250 px, non è necessario caricare un’immagine di 1000 px per 500 px e ridimensionarla in WordPress. Questo potrebbe rallentare il tuo sito web.

4. Utilizza un CDN
Un CDN (Content Delivery Network) carica i file dal centro dati più vicino agli utenti. Invece di ospitare tutti i file statici (ad esempio JavaScipt, CSS e immagini) in un’unica posizione e su un unico server, il CDN serve i file dai suoi server in tutto il mondo. Se ad esempio il tuo sito è in Italia ma l’utente che lo visita proviene dagli Stati Uniti, il servizio CDN farà in modo che i tuoi file vengano caricati dal server più vicino agli Stati Uniti.

I servizi CDN più professionali e utilizzati sono :

Amazon CloudFront
CloudFlare
MaxCDN (ora StackPath)

5. Ottimizza i pulsanti di condivisione sociale
C’è una vasta selezione di plug-in per la condivisione sui social media, e alcuni di essi hanno un aspetto eccezionalmente attraente ma nella maggior parte dei casi, questi plugin sono anche di grandi dimensioni e possono rallentare il sito web. Plugin come SumoMe creano “handshake” extra con il server e di conseguenza rallentano il sito.

Suggeriamo di sostituire un plug-in di condivisione social con immagini social self-hosted o utilizzare un plug-in premium.

6. Cancella le revisioni di post e pagine ed ottimizza il database
Ogni volta che aggiorni un post o una pagina, una revisione viene archiviata nel database del tuo sito web. Cerca di limitare il numero di revisioni per pagine e post ed eliminale quando non sono più necessarie utilizzando un plug-in di pulizia del database (ad esempio WP-Optimize).

7. Non esagerare con i video
Potrebbe sembrare una buona idea riprodurre un video su una Home Page anziché l’immagine di background normale. Sfortunatamente però un video in background può facilmente consumare tutta la larghezza di banda e alla fine rallentare le prestazioni del tuo sito web. Evita i video in background hostati da te ma se vuoi proprio farlo ti suggeriamo di incorporarli da YouTube o Vimeo.

8. Ottimizza l’uso di plugin
Aumentare la velocità di WordPress e velocizzare il sito vuol dire anche ottimizzare l’uso dei plugin, quindi come prima cosa cerca di scegliere accuratamente e senza esagerare i plugin da utilizzare, se puoi evita di installare plugin per funzioni banali che potresti fare in altri modi. Avere troppi plug-in non solo rallenta il tuo sito ma crea anche problemi di sicurezza e aumenta le possibilità che qualcosa vada storto o si blocchi.

9. Scegli un tema WordPress efficace
A parità di importanza con un buon servizio hosting, un’altro punto fondamentale per velocizzare WordPress è la scelta del tema che hai intenzione di utilizzare. È importante scegliere un tema con codice pulito e ben strutturato per garantire le migliori prestazioni del sito WordPress.

10. Minimizza e combina file CSS e Javascript esterni
Il processo di minimizzazione comporta la rimozione di spazi vuoti commenti e caratteri non necessari dai file CSS e Javascript. Se si utilizzano plug-in, è probabile che ci siano un sacco di singoli file JavaScript e CSS che vengono caricati uno ad uno quando viene eseguito il rendering della pagina. Prova a combinare questi file nel minor numero possibile.

Ci auguriamo che seguendo i semplici consigli di base in questo articolo riuscirai ad ottimizzare e velocizzare il tuo sito WordPress al meglio. Se se hai bisogno di un servizio assistenza e manutenzione per il tuo sito WordPress non esitare a contattarci per un supporto tecnico o anche solo per informazioni. Possiamo ottimizzare e velocizzare il tuo sito WordPress per te!